Laura Boldrini torna nel Pd: «Con questa destra non è più tempo di piccoli partiti»

Martedì 24 Settembre 2019
10
Laura Boldrini entra nel Pd: «Non questa destra non è più tempo di piccoli partiti»

«Con la destra peggiore di sempre non è più tempo di piccoli partiti e di fare troppi distinguo». Laura Boldrini aderisce con queste parole al gruppo parlamentare del Pd lasciando Liberi e Uguali alla camera. L'ex presidente della Camera in un'intervista spiega il suo cambiato modus politico: «A forza di fare distinguo rischiamo solo di estinguerci, mentre la destra va sfidata e contrastata con l'azione di un grande soggetto politico capace di incidere sulla società e che si batta contro ogni forma di disuguaglianza sociale, territoriale e di genere». La comunicazione ufficiale è stata data all'Assemblea di Montecitorio dalla vicepresidente della Camera Maria Edera Spadoni.

Sea Watch, Laura Boldrini: «Carola Rackete ha fatto bene, in Libia c'è la guerra»

Soddisfazione Pd. «Ieri Beatrice Lorenzin e oggi Laura Boldrini. L'iscrizione al Pd di due donne di grande valore è il segno di una sempre più chiara centralità del Partito democratico e dei valori di centrosinistra che rappresenta. Credo che ci sia un punto politico che unisce l'esperienza parlamentare di Laura Boldrini e l'esperienza di governo di Beatrice Lorenzin: la loro opera di difesa della democrazia rappresentativa e la loro sensibilità sociale. Beatrice ne ha dato prova al ministero della Sanità. Laura a Montecitorio e, ancor prima, nell'impegno umanitario con le Nazioni Unite». Così il senatore del Pd Luigi Zanda.

Ultimo aggiornamento: 16:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA