Discoteche, sottosegretario Costa: «Si possono aprire a luglio. Serve un incontro con il governo»

Discoteche, sottosegretario Costa: «Si possono aprire a luglio. Serve un incontro con il governo»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Giugno 2021, 19:13 - Ultimo aggiornamento: 5 Giugno, 15:40

Spiraglio per la riapertura delle discoteche. «Il mese di luglio può essere un obiettivo ragionevole per la ripartenza delle discoteche e quindi delle sale da ballo. Devono aprirle per poter ballare, non può esserci il limite del distanziamento, ma bisogna trovare un metodo che consideri capienza e tracciamento, magari permettendo l'entrata solo con il green pass. Mi auguro che già la prossima settimana sia calendarizzato un incontro con il governo, dobbiamo assolutamente incontrarci e lavorarci, anche in condivisione con le Regioni. È un settore al quale dobbiamo dare una risposta perché ha una dignità». Così il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa.

Vaccini in vacanza, in quali Regioni è possibile farlo? Seconda dose solo in alcuni casi e dopo aver prenotato per tempo

LE REGIONI«Il governo ponga sul tavolo, nei prossimi giorni, il tema delle discoteche. Le uniche ancora penalizzate dalle chiusure». È quanto chiedono le Regioni, che ricordano di aver già fissato da giorni un protocollo in cui si chiede la ripartenza del settore in sicurezza.

I GESTORI«Se entro il prossimo 21 giugno, data dell'eliminazione definitiva del coprifuoco, il governo non si esprime anche per la riapertura delle discoteche, decideremo di riaprire indistintamente le nostre attività dal primo luglio». Così Maurizio Pasca, il presidente del Silb, il sindacato dei gestori delle sale da ballo. «Sono disponibile - aggiunge Pasca - a mettere a disposizione di ministri e tecnici decine di video dove già si balla nei bar o negli stabilimenti balneari, mentre invece il 30% delle nostre attività ha già chiuso definitivamente: le nostre aziende stanno morendo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA