Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Da Conte ad Appendino: la corsa dei big 5 stelle tra pluricandidature e le incognite del Senato

L'ex premier Conte si presenta in cinque diversi collegi di quattro Regioni diverse

nella foto: Giuseppe Conte, Stefano Patuanelli, Chiara Appendino
3 Minuti di Lettura
Venerdì 19 Agosto 2022, 16:26 - Ultimo aggiornamento: 19:27

Come ipotizzato da molti, gli esiti delle Parlamentarie del M5s sono stati pubblicati contestualmente alle liste. Anche se pochi potevano immaginare che il disvelamento sarebbe giunto proprio allo scoccare della mezzanotte. La corsa in solitaria del Movimento rende difficile la vittoria negli uninominali. Per questo Giuseppe Conte punta sui collegi plurinominali. E si affida in primis al suo nome. 

Presentandosi in cinque diversi collegi di quattro Regioni diverse: Lombardia, Puglia, Campania e Sicilia e cinque collegi: Lombardia 1 (entrambi i collegi), Campania 1 (primo collegio), Puglia 1 e Sicilia 1 (primo collegio).

Il listino bloccato

Un trattamento di riguardo è stato riservato alle 15 personalità del listino bloccato, catapultati come capolista anche in territori diversi da quelli di appartenenza, ma che risultano blindati. Così è per l’ex ministro Patuanelli che oltre a correre nel suo Friuli Venezia Giulia è candidato nel Lazio e Campania.  Il sardo Ettore Licheri che poteva contendersi un solo collegio sicuro in Sardegna  con Alessandra Todde, è stato piazzato anche in Sardegna, Piemonte e Toscana. La vice ministra del Mise e vicepresidente del M5s sarà la capolista in Senato in Lombardia e Sardegna. 

I nomi della società civile

Pluricandidature anche per i nomi i nomi della società civile inseriti nel listino: è così l'ex Procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho, oltre a correre in Calabria, sarà presente anche in Emilia Romagna. Stessa sorte per l'ex Procuratore Generale di Palermo Roberto Scarpinato che chiede di entrare in Parlamento agli elettori di Sicilia e Calabria al Senato. 

Come capilista nei tre diversi collegi del Lazio, l’avvocato del popolo ha scelto il professore della Sapienza Livio De Santoli, l’ex notaio M5s Alfonso Colucci e Francesco Silvestri. Mentre il generale dei Carabinieri ex ministro dell'Ambiente Sergio Costa guida la lista del collegio 02 della prima circoscrizione campana.

Il territorio

Fedeli al territorio di appartenenza, Riccardo Ricciardi candidato come capolista nei  collegi toscani (01 e 02). Confermato in Campania anche Michele Gubitosa che correrà  nel collegio 02 della seconda circoscrizione di Regione. Super favorita anche l’ex sindaca di Torino Chiara Appendino che correrà capolista per Montecitorio nei quattro plurinominali del Piemonte.

Dove sarà più ostico farsi eleggere è il Senato dove i big primeggiano a dispetto delle new entry. Oltre a Licheri e Scarpinato, sono candidati per il Senato l'attuale presidente dei senatori Mariolina Castellone, il vicepresidente 5 stelle Mario Turco e Barbara Floridia, sottosegretaria all'Istruzione, che è in cima alla lista nel collegio Sicilia 2 per Palazzo Madama.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA