Iniziativa bytartisan in Senato per dare 3 milioni ai centri antiviolenza per l'emergenza coronavirus

Mercoledì 8 Aprile 2020 di Franca Giansoldati

Tre milioni in più per permettere ai centri antiviolenza e alle case rifugio di affrontare l’emergenza Coronavirus e accogliere altre donne. Gli emendamenti della Commissione Femminicidio approvati ieri sera dalla Commissione Bilancio al decreto ‘Cura Italia’ sulla violenza contro le donne sono ritenuti fondamentali. Un passaggio che è stato condiviso da tutte le forze politiche e dal governo e questa trasversalità è un altro grande risultato dice la senatrice del Pd Valeria Valente, presidente della Commissione di inchiesta del Senato sul femminicidio e la violenza di genere. «Abbiamo ottenuto – prosegue Valente modifiche di legge importanti. 

Gi incontri protetti dei minori potranno avvenire solo da remoto, per non mettere a rischio la salute psicofisica dei bambini e delle bambine. Più importante: l’allontamento dell’uomo maltrattante dalla casa famigliare dovrà diventare una misura prioritaria e ordinaria, e solo in seconda battuta si dovrà pensare ad allontanare invece la donna con i figli.

La legge vigente prevede già questa possibilità, che però non viene utilizzata a sufficienza e per questo la Commissione Femminicidio ha raccomandato agli organismi preposti un intervento. «Quello che abbiamo ottenuto nel decreto Cura Italia è che sia chiaro che le udienze di convalida dei provvedimenti di allontanamento dell’uomo maltrattante si terranno nonostante l’emergenza in corso».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani