Il podcast Batterie e pile solo ricaricabili: la Ue prepara la svolta. E i ghiacci ci svelano i segreti del clima

Giovedì 21 Aprile 2022, 00:37 - Ultimo aggiornamento: 17 Maggio, 19:15

Ogni anno in Europa vengono generati quasi 2 milioni di tonnellate di rifiuti di batterie: almeno 35 mila di queste fuoriescono dai circuiti del recupero e del reimpiego e finiscono nelle discariche. Ora la svolta, che tocca tutti noi. Dalle auto elettriche agli smartphone, dagli e-scooter al telecomando della televisione. Abbiamo conosciuto la pandemia da Covid, stiamo vivendo il conflitto in Ucraina. Ma resta tutto l’obiettivo del Green Deal europeo e per arrivarci Bruxelles cambia anche le regole in materia di batterie. Un occhio alla sostenibilità e uno sguardo più di orizzonte, allo scenario geopolitico, con l’Unione europea impegnata a perseguire l’autonomia strategica del continente anche sul fronte industriale, come dimostra l’accelerazione sull’indipendenza per la produzione dei microchip. Proprio in questi giorni, il 22 aprile, si celebra la Giornata della Terra. E un’indicazione chiara di dove stiamo andando ci arriva anche dai ghiacciai e dalla memoria che conservano. È il focus di partenza di MoltoFuturo, inserto in edicola (e online) con i quotidiani del Gruppo Caltagirone: Il Messaggero, Il Gazzettino, Il Mattino, Corriere Adriatico e Nuovo Quotidiano di Puglia. Alessandra Camilletti ne parla con Gabriele Rosana e Stefano Ardito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA