C'è Posta per Te, Zaniolo e Francesca Costa piangono col giovane tifoso (e un gesto di Nicolò commuove)

C'è Posta per Te, Zaniolo e Francesca Costa piangono col giovane tifoso (e un gesto di Nicolò commuove)
di Alessandro Strabioli
4 Minuti di Lettura
Domenica 31 Gennaio 2021, 00:35 - Ultimo aggiornamento: 15:49

Nicolò Zaniolo a C'è Posta per Te. Il giovane centrocampista della Roma, assieme alla mamma Francesca Costa, sono stati i protagonisti del programma di Maria De Filippi. Nicolò e Francesca sono in trasmissione per Maurizio, che da poco ha perso Monia, la donna della sua vita Monia. Quando l'ha conosciuta, ha incontrato anche il figlio di lei, Alessandro, che dopo pochissimo tempo ha chiesto a Maurizio se poteva chiamarlo papà. Maurizio s'è commosso, pensando finalmente di aver trovato una famiglia. Ma poi Monia è morta a causa di un tumore e, poco prima di andarsene, ha chiesto a Maurizio di rimanere vicino al figlio, proprio come farebbe un papà. Maurizio è venuto a C'è Posta per Te per dire ad Alessandro che lo ama, che è tutta la sua vita e per questo ha deciso di fargli un regalo: il ragazzo, infatti, è tifosissimo della Roma e il suo idolo è proprio Zaniolo.

C'è Posta per Te, Maria De Filippi le prova tutte: ma il giovane Francesco chiude la busta alla mamma

"Per me tu sei il figlio perfetto. Quello che ho sempre desiderato. Non ti lascerò mai solo, perché io e te ci siamo scelti tanti anni fa. Ed è per questo che io ti sceglierei altre mille volte" ha detto Maurizio ad Alessandro. La vita è una ruota che gira e Maurizio avrebbe voluto fermarla assieme a Monia e al suo figlioletto. Ma le cose sono andate male, un dolore immenso ha messo a repentaglio la stabilità di questa bella, nuova famiglia. La naturalezza di Alessandro nel chiedere a Maurizio di poterlo chiamare papà è forse l'eredità più bella che Monia ha lasciato. Maurizio stava precipitando da quella ruota quando la sua compagna se n'è andata. Ma non s'è dato per sconfitto. S'è rialzato e ha combattuto per Alessandro, facendolo crescere amando la vita come l'amava la mamma. "Mi sento male al pensiero di non poterti soddisfare - ha detto Maurizio ad Alessandro. Vorrei che ti sentissi libero di sfogarti con me, anziché rintanarti in camera sua. Siamo due uomini col cuore a pezzi, ma insieme possiamo farcela. Voglio darti il meglio della mia esperienza e del mio amore, per crescere tutti e due, perché il dolore che abbiamo dentro possa unirci ancora di più".

C'è Posta per Te, Gianni Morandi per il papà di Cristina: «La mia musica nei momenti più bui»

Zaniolo e Francesca si siedono accanto ad Alessandro. " Ti parlo da coetaneo. Io non sono un esempio per te. Sei tu ad essere un esempio per me. Sono qui per donarti un sorriso" ha detto il centrocampista della Roma al giovane tifoso. Zaniolo regala la maglia e le scarpe con cui ha giocato la sua ultima partita prima dell'infortunio; poi un computer e un corso di formazione ad Alessandro, nella speranza che il suo futuro possa essere lucente. Francesca Costa, invece, s'è seduta accanto a Maurizio e gli ha consegnato una casa in cartoncino. Dentro c'è un foglietto con una cifra. Un aiuto economico che sicuramente sarà prezioso per la vita che Maurizio ed Alessandro si costruiranno insieme. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA