Harry rifiutò l'offerta di William di incontrarsi per sanare la loro spaccatura: il retroscena che emerge solo ora

Harry rifiutò l'offerta di William di incontrarsi per sanare la loro spaccatura: il retroscena che emerge solo ora
8 Minuti di Lettura
Lunedì 3 Ottobre 2022, 11:41 - Ultimo aggiornamento: 22:34

I rapporti tra Harry e William sembrano sempre più tesi. E ora emergono nuovi retroscena sulla spaccatura che ha portato i due fratelli ad allontanarsi in maniera quasi irreparabile. Lo rivela il Daily Mail.

Nel 2019, in un documentario di ITV girato in un giardino a Johannesburg, durante il tour del Sud Africa dei Sussex, Meghan Markle aveva parlato con il presentatore Tom Bradby di come aveva lottato con la vita sotto i riflettori, sia come sposina che come neomamma. Il conduttore le aveva chiesto quale fosse stato l'impatto di tutta quella pressione sulla sua salute fisica e mentale. Meghan aveva detto di averlo trovato difficile e aveva aggiunto: "Grazie per avermelo chiesto, perché non molte persone mi hanno chiesto se sto bene».' Un'anteprima del documentario di Bradby venne proiettata per i media mentre William e Kate erano in tournée in Pakistan quell'ottobre. E, inevitabilmente, la copertura risultante, oscurò l'ultimo giorno del tour dei Cambridge. I rapporti tra le due famiglie divennero piuttosto tesi. Il documentario aveva anche mostrato non solo l'evidente dolore di Meghan, ma anche quanto Harry e William si fossero allontanati. Interrogato da Bradby sulla spaccatura tra lui e William, Harry aveva scelto di non negarlo, ma aveva detto invece: «Siamo certamente su strade diverse in questo momento. . . Come fratelli, sai, hai belle giornate, brutte giornate».' William, a casa dopo il tour in Pakistan, sembrava essere rimasto sbalordito da un ritratto così crudo dell'infelicità di suo fratello e sua cognata. Capì che erano in crisi.

Harry e Meghan cambiano casa: «Quella attuale non è più adeguata».

L'invito rifiutato

Il giorno dopo la messa in onda del documentario, William inviò un WhatsApp a suo fratello per chiedergli se potevano incontrarsi. Inizialmente Harry era favorevole. Poi parlò di nuovo al fratello e gli chiese a chi lo avrebbe detto. William spiegò che avrebbe dovuto cancellare il suo programma, il che avrebbe significato dirlo alla sua segretaria privata. A quel punto, Harry rifiutò l'incontro. Era così preoccupato che la squadra di William potesse far trapelare la visita alla stampa che avrebbe preferito non vedere suo fratello piuttosto che rischiare di finire sui giornali.

L'intervista a Oprah

Poi arrivò la famosa intervista a Oprah Winfrey. Meghan parlò della pressione che aveva sentito a causa degli abusi online e della copertura mediatica. La sensazione era che Meghan volesse lasciarsi dietro una scia di prove, affinchè, quando sarebbe arrivato il momento per la coppia di lasciare la monarchia, avrebbe potuto dire: "Guarda come non mi hanno supportato. Non mi hanno lasciato altra scelta che andarmene.'
Alcuni sostengono che non abbia mai voluto davvero essere accettata dalla famiglia reale. Potrebbe essere vero. Ma è anche vero che se l'istituto si fosse sforzato di più, e se fosse stata più disposta ad adattarsi alla vita di palazzo, avrebbe potuto essere una delle più grandi risorse della famiglia reale.

L'idea che volesse essere respinta è contestata dai suoi avvocati, Schillings. Invece, dicono che aveva un "chiaro desiderio di adattarsi". "Ha lasciato il suo paese, la sua carriera e la sua vita in Nord America per impegnarsi completamente nel suo nuovo ruolo e ha fatto ogni sforzo per onorare tale impegno". Se i segnali di pericolo erano presenti fin dall'inizio, lo erano anche gli avvertimenti. Il segretario privato dei Sussex, Sam Cohen, ha detto a due cortigiani chiave - i segretari privati ​​sia del principe Carlo che della regina - che se tutto fosse andato storto con Harry e Meghan, il palazzo aveva bisogno di prove del dovere di diligenza che la Corona aveva loro mostrato. Il "dovere di diligenza" è stato fondamentale. Quando Meghan ha rilasciato la sua intervista a Oprah Winfrey, tuttavia, il palazzo aveva perso la discussione sul dovere di diligenza.

 



Nell'intervista a Oprah, Meghan ha anche fatto la sorprendente affermazione di essere andata da una delle "persone più anziane", dicendo che aveva bisogno di andare da qualche parte per chiedere aiuto, solo per sentirsi dire che non sarebbe stato "un bene per la Corona". È un pensiero strano: qualcuno lo direbbe davvero a una donna incinta? Harry sapeva che stava soffrendo. Tuttavia, quando Oprah chiese perché non fosse andato dalla sua stessa famiglia per dire che sua moglie aveva bisogno di aiuto, ha detto: "Credo di essermi vergognato di ammetterlo a loro". Tutti possiamo capire questi sentimenti di vergogna: la salute mentale può essere difficile da raccontare.

Tuttavia, c'è anche qualcosa che non va bene qui. Dal 2016, Harry ha dedicato gran parte delle sue energie a Heads Together, una campagna che aveva lanciato con William e Kate per cercare di persuadere le persone a superare lo stigma che circonda la salute mentale. Anni prima, aveva deciso di cercare aiuto da solo dopo aver sofferto la sua stessa crisi mentale. Non avrebbe potuto aiutare sua moglie a fare altrettanto? E se non poteva, doveva aver incontrato decine di persone attraverso Heads Together che avrebbero potuto offrire aiuto e supporto. Come ha affermato una fonte ben informata: "Avrebbe saputo esattamente a chi rivolgersi, chi chiamare, cosa fare". Altrove nell'intervista a Oprah, Meghan ha parlato calorosamente di Julia Samuel, la psicoterapeuta che era stata amica della principessa Diana ed era rimasta vicina ad Harry. Aveva, ha detto Meghan, "continuato a essere un'amica e confidente". Anche Julia Samuel, presumibilmente, sarebbe stata la persona ideale da cui la coppia chiedeva aiuto.

Analizzare l'intervista di Meghan con Oprah è una faccenda complicata. Uno dei momenti clamorosamente fuorvianti è quando Meghan dice a Oprah: "Quando mi sono unito a quella famiglia, quella è stata l'ultima volta. . . che ho visto il mio passaporto, la mia patente, le mie chiavi. Tutto ciò viene capovolto. Non ho più visto niente di tutto questo.' Nei primi sei mesi di matrimonio c'erano state vacanze all'estero in Italia, Canada e Amsterdam, per non parlare del viaggio di nozze della coppia. Poi, nel 2019, Meghan ha visitato Ibiza, Francia, Italia e New York (due volte). Sarebbe stata una sfida fare tutti quei viaggi senza passaporto. È istruttivo, tuttavia, guardare a una delle affermazioni centrali di Meghan: che il palazzo non stava facendo abbastanza per difenderla. Ha detto a Oprah: "Non solo non sono stata protetta. . . erano disposti a mentire per proteggere gli altri membri della famiglia, ma non erano disposti a dire la verità per proteggere me e mio marito'. Il problema principale che la riguardava era un articolo di giornale su Kate che piangeva dopo la prova del vestito da damigella d'onore per la principessa Charlotte avvenuta prima del matrimonio. "La narrazione con Kate - cosa che non è avvenuta - è stata davvero, davvero difficile", ha detto Meghan a Oprah. "Penso che sia stato allora che tutto è cambiato, davvero."


La verità è che, dopo la prova del vestito, Meghan era diventata ossessionata dal cercare di persuadere l'ufficio stampa del palazzo a pubblicare qualcosa negando la storia. Tuttavia, erano ugualmente irremovibili sul fatto che sarebbe stato un grave errore iniziare a informare sulle storie personali relative alle differenze tra i membri della famiglia reale. Non solo non volevano informare gli altri reali, ma temevano che avrebbe creato un precedente, rendendo più difficile in futuro per loro evitare di commentare pettegolezzi personali. Avrebbe anche alimentato le fiamme della storia, assicurandosi che continuasse a riempire le pagine dei giornali per diversi giorni a venire. Questo è diventato un importante punto di contesa tra Meghan ei suoi consiglieri per i media. Su Oprah, Meghan è andata oltre il negare la storia di Kate in lacrime, tuttavia. Invece, ha detto, era successo il contrario. "Era arrabbiata per qualcosa che riguardava i vestiti da damigella di fiori, e mi ha fatto piangere, e ha davvero ferito i miei sentimenti". Non è stata una performance allettante: Meghan aveva passato mesi a lamentarsi di come la sua reputazione fosse stata imbrattata dalla stampa, e ora stava facendo lo stesso con Kate, che chiaramente non avrebbe mai risposto. La storia delle lacrime di Kate non era la prima volta che Meghan cercava di convincere l'ufficio stampa a informare i giornalisti su un problema che la preoccupava. 

La scelta di andare via 


Uno dei motivi per cui Harry e Meghan hanno scelto di andarsene è stato perché non desideravano condividere i riflettori. In America sono al centro della propria produzione. Ma in Gran Bretagna c'è un nuovo ordine reale – e ruota attorno a quattro persone, non sei. Non c'è modo di tornare indietro per una coppia che avrebbe potuto essere l'epicentro della regalità, ma ora è ai suoi margini. Nel corso degli anni la regina ha spesso curato le fotografie intorno a lei quando ha parlato alla nazione per il suo messaggio di Natale. Lo ha fatto nel 2019, quando sulla sua scrivania c'erano le foto di suo padre e di Carlo, ma anche di William e del principe George. Qui, si diceva, c'era passato, presente e futuro della monarchia. Si dice che l'omissione di Harry abbia contribuito alla sua rottura dalla famiglia poche settimane dopo. Piuttosto che fotografie, re Carlo requisì l'arte sui muri del suo nuovo palazzo per questa immagine – e la selezionò con cura. Scegliere come sfondo un re che regnò per 60 anni è stato un altro cenno alla permanenza - e alla conservazione - della monarchia. È una lezione che il principe Harry potrebbe fare bene, perché ogni quadro reale racconta una storia. Leggi di più:

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA