Il pitone trovato a Elce ha un nome: è grifetto

1 Minuto di Lettura
Mercoledì 6 Ottobre 2021, 05:01

LA STORIA
Il pitone trovato nei giorni scorsi nel quartiere di Elce ha un soprannome: Grifetto. L'hanno chiamato così Daniele Ercolani e Michele Montecucco, operatori della Gesenu che hanno contribuito al ritrovamento del serpente, preso in carico nell'immediato dai vigili del fuoco. «Per noi raccontano i due dipendenti di Gesenu è stato un giorno di lavoro che non dimenticheremo mai, una mattina come tante che ha assunto un sapore unico e difficilmente definibile a parole, tramutando l'impegno profuso al servizio della comunità». Allertati dei residenti della zona, i vigili del fuoco sono stati guidati nella ricerca del serpente proprio dai due operatori. «Dopo averli visti vicino la rotonda, li abbiamo tempestivamente condotti all'ingresso di via Lorenzini, perlustrando minuziosamente il tratto interessato per accertare o meno la presenza di altri rettili, di concerto al momento del recupero del pitone, che con abilità e maestria è stato preso in consegna dal pompiere, addirittura a mani nude». «Per noi operatori dell'igiene ambientale è stato motivo di orgoglio essere parte di questa missione di carattere emergenziale a tutela dell'incolumità dei cittadini, un piccolo gesto ricco di significato che ci rende orgogliosi e felici. Nutriamo solo un vero desiderio, riveder il nostro serpente che abbiamo simpaticamente e con affetto soprannominato Grifetto insieme alle nostre figlie Letizia ed Aurora al rettilario, e vivere questa emozione con le nostre famiglie».
Riccardo Gasperini

© RIPRODUZIONE RISERVATA