Privernum, gestione affidata alla Sinus Formianus

Privernum, gestione affidata alla Sinus Formianus
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 19 Gennaio 2022, 05:04

PRIVERNO
Dopo mesi di valutazioni e di attesa il Comune di Priverno ha deciso di appaltare il sito archeologico di Privernum. Ad aggiudicarsi la gara è stata l'Associazione formiana di Promozione sociale, culturale e turistica Sinus Formianus, presieduta da Vito Auriemma. Il presidente ha spiegato che intende far conoscere le peculiarità del Parco archeologico mettendolo anche in connessione con la Riviera di Ulisse «in un rapporto turistico costante tra collina e mare che lo possa rilanciare non solo nelle province limitrofe ma a livello regionale e nazionale». Da qui l'impegno di Auriemma di prenderne subito possesso «al fine - aggiunge - di provvedere alla sistemazione completa a partire dal Casale (dove vengono accolti turisti, visitatori e studiosi), al bookshop, al luogo di ristoro, fino ad arrivare a definire i lavori più urgenti da eseguire per la tutela del sito, che è di proprietà comunale. Non solo, Auriemma assicura «l'impegno dell'Associazione formiana per il coinvolgimento dei tour operator nazionali per farlo risplendere come non mai». L'amministrazione comunale retta dalla sindaca Anna Maria Bilancia, appaltato il sito dunque, non intende perdere ulteriore tempo, dando mandato della supervisione alla direttrice dei musei di Priverno, Margherita Cancellieri.
Delegate poi a sovrintendere il tutto di comune accordo con il presidente Auriemma saranno anche l'assessore alla cultura Sonia Quattrociocche e la dirigente alla Cultura e Servizi sociali Carla Carletti. Nove anni in tutto durerà la gestione della Sinus Formianum che curerà anche la promozione del sito, anche con la didattica e altre iniziative ludicoricreative tra cui non mancheranno le attività teatrali, musicali, e legate alla letteratura.
Il presidente Auriemma vuole iniziare subito all'organizzazione degli interventi programmati, tanto è vero che proprio lunedì scorso si è recato per un sopralluogo con i tecnici dell'Associazione al Parco archeologico per le prime verifiche che riguardano la sistemazione dell'illuminazione, rete gas, area sosta e così via. «Sarà un parco per tutti conclude Auriemma in continuo rapporto con la Riviera di Ulisse attraverso pacchetti-tour verso le città d'arte come lo è Priverno». Ma quando ci sarà l'apertura? Il presidente assicura: «Faremo del tutto per aprire per le vacanze pasquali».
Sandro Paglia
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA