Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tornado, danni a Fogliano: scoperchiato il tetto del Casino Inglese

Tornado, danni a Fogliano: scoperchiato il tetto del Casino Inglese
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Agosto 2022, 17:13

MALTEMPO
Il borgo di Fogliano ha subìto notevoli danni a causa del maltempo che ha spazzato la costa pontina nella nottata di Ferragosto. I carabinieri forestali hanno contato almeno trenta piante di eucalipto cadute. Come birilli, è stata l'espressione più ricorrente di chi ha visto con i propri occhi il disastro naturale mentre si verificava. L'accesso al Fogliano è stato interdetto perché le piante ostruivano il passaggio, ma anche quando sono state rimosse, l'ingresso è rimasto chiuso. I cancelli sbarrati al pubblico sono stati necessari per evitare che qualcuno si facesse male: tantissimi rami pericolanti e piante precipitate a terra, anche sui mezzi parcheggiati nel piazzale antistante alla caserma, rendevano rischioso il passaggio. Interdire il passaggio inoltre ha permesso agli operatori (sia forestali che personale del parco) lavorassero per far tornare fruibile l'area verde. I maggiori danni sono stati subìti dalla casina inglese: il tetto è stato sfondato da qualche oggetto (un ramo forse) volato nel maltempo e probabilmente da un fulmine. Sul tetto c'è un grosso buco che fa pensare che un fulmine possa averla colpita in pieno durante il temporale; chi era in zona avrebbe visto il fascio di energia precipitare nelle vicinanze e forse ha colpito la villa che è uno dei vanti del borgo e del Parco nazionale del Circeo. Danneggiato anche il centro di recupero degli animali che si trova all'interno dell'area del parco; per fortuna però tutti i piccoli ospiti stanno bene. Parte della recinzione dovrà essere ripristinata ma è il minore danno. Ci vorrà un po' di tempo, ma tutto tornerà alla normalità.

Danni anche a Foce del Duca. Il tornado in quel punto ha devastato uno dei punti di osservazione dei carabinieri forestali.
A Minturno le raffiche di vento hanno fatto schiantare un albero, caduto pericolosamente in via degli Eroi, nelle adiacenze dell'ospedale. Per fortuna nessun danno né a passanti né a vetture. A Formia si è allagato il piazzale del porticciolo turistico Caposele e alcune sedie allestiti per gli spettacoli sono state sballottate qua e là. A Gaeta gazebo, ombrelloni e sedie sono volati via sulla banchina Caboto, al molo Sanità e a Montesecco. Il temporale si è abbattuto anche sulle zone collinari. Piante d'arredo e alcune attrezzature sono state spostate lontano da impetuose raffiche di vento all'esterno del Santuario della Civita a Itri, dove sono in corso lavori di riqualificazione dell'edificio religioso e dell'area circostante. Disagi per il maltempo anche nella zona delle Querce a Fondi, dove le raffiche di vento rilevate dalla stazione metereologica locale hanno registrato un picco massimo di 66 chilometri orari. Pure interessato dall'ondata di maltempo il litorale fondano.
Stefania Belmonte
Sandro Gionti
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA