Isola pedonale, valanga di sì al sondaggio. «Ma ora più iniziative»

Isola pedonale, valanga di sì al sondaggio. «Ma ora più iniziative»
di Andrea Apruzzese
3 Minuti di Lettura
Venerdì 27 Maggio 2022, 10:06 - Ultimo aggiornamento: 15:05

Residenti di Latina a favore dell'isola pedonale del centro storico. E pure i non residenti. Eccoli, i risultati del sondaggio effettuato dall'Urban Center del capoluogo pontino sulla sperimentazione. Presentati ieri in commissione Attività produttive, alla presenza delle associazioni di categoria, dal presidente dell'Urban center Attilio Drigo, vedono un campione totale di 716 risposte, di cui il 94,1% (674 risposte) di residenti nel capoluogo. Tra questi, l'85,6% non la ritiene dannosa; l'83,2% è favorevole al suo mantenimento e solo l'11,4% vorrebbe il ritorno alla Ztl (e di questi il 61,1% vorrebbe ampliare la Ztl). Al 98,4% piacerebbe poi un'isola pedonale definitiva e attraente: inoltre, ben il 73,3% la ritiene utile per lo stimolo all'incontro, il 72% la ritiene utile per le famiglie, il 67,4% per i bambini, il 61% per i giovani, il 57,7% per gli anziani (la domanda ammetteva risposte multiple). La stragrande maggioranza vorrebbe però anche attrezzature nell'isola pedonale: il 70,8% le chiede per i bambini; il 69,5% per le famiglie, il 63,3% per i giovani, il 60,8% per l'economia dell'area, il 56,7% per gli anziani.


Un sondaggio positivo, ma la cui scientificità è stata contestata dall'opposizione, padrona, ieri, in una seduta in cui la maggioranza di programma era rappresentata in aula dal solo Massimiliano Colazingari. Se per Gianluca Di Cocco (FdI), «bisogna riportare in discussione il Piano del commercio», secondo Vincenzo Zaccheo «si parla di spot senza una visione di insieme, determinati problemi vanno risolti in maniera scientifica, e il nucleo di fondazione va considerato come un tutt'uno, considerando un nuovo piano di mobilità e un nuovo piano sosta». L'assessore alla Mobilità, Dario Bellini, ha ricordato che «oggi la nostra isola pedonale, è un luogo dove nessuno può più parcheggiare (dopo le vicende legate ai parcheggi dei residenti che avevano vinto un ricorso, ndr) e ha assunto un ordine consono alle vie del centro, su cui si deve continuare a lavorare affinché diventino il salotto della città. Le aree di parcheggio limitrofe sono appena sufficienti, ma il tema dei parcheggi lo affronteremo urbanisticamente».


L'assessore alle Attività produttive, Simona Lepori, ha annunciato che anche per quest'estate ci sarà la Notte Bianca, e ha ricordato che «diverse associazioni hanno presentato progetti per la zona, che saranno vagliati: bisogna creare una rete che possa sostenere l'area, con la creazione di eventi». Dure le associazioni di categoria: per Italo Di Cocco (Consorzio Horeca), «va ridotta, chiudendo solo un tratto di corso della Repubblica, piccolo, ma ben arredato, creando un grosso attrattore». Secondo Susanna Gloria (Confesercenti), «il problema è la desertificazione del centro storico, dovuta anche a altri fattori, come togliere l'Anagrafe, non celebrare i matrimoni in municipio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA