Il Comune di Formia interviene nelle scuole, arrivano i sanificatori d'aria

Il Comune di Formia interviene nelle scuole, arrivano i sanificatori d'aria
di Giuseppe Mallozzi
3 Minuti di Lettura
Martedì 25 Gennaio 2022, 13:44

Il Comune è al lavoro per predisporre a breve l'installazione di sanificatori d'aria per purificare in maniera efficace gli ambienti delle scuole dell'infanzia e renderli in sicurezza. In tutto saranno 40 le aule che saranno servite da altrettanti macchinari. Una scelta dell'amministrazione comunale, capitanata dal sindaco Gianluca Taddeo, alla luce dei tanti casi positivi che quotidianamente vengono registrati sul territorio formiano. Allo stato attuale sono circa 700 i contagiati, la maggior parte senza sintomi di rilievo. La questione è emersa anche nell'ultimo consiglio comunale, nel corso del quale il sindaco ha informato l'assise sulle operazioni messe in atto.

«Abbiamo tranquillizzato i presidi, che ci hanno avanzato alcune richieste ha dichiarato il primo cittadino Sulle scuole ci sono in alcune parti dei casi che prevedono la Dad, e qualche criticità l'avremo con la mensa, perché il Ministero ha imposto il distanziamento di due metri, quindi stiamo cercando anche di confrontarci su questo, perché un caso, due casi e devi sospendere anche il servizio della mensa e si creano dei disservizi anche alle famiglie». Altra misura per contrastare il Covid nelle scuole è stata la distribuzione delle mascherine tra scolari e personale docente e Ata, quasi diecimila dispositivi di protezione personale: una cifra enorme, che rende bene anche l'idea sulla spesa affrontata dal Comune.

«Abbiamo ritenuto di investire su una popolazione studentesca con i tamponi di circa settemila persone», rimarca il primo cittadino. Sono state consegnate anche le mascherine in plexiglass copriviso per gli insegnanti di sostegno che seguono ragazzi problematici. «Da parte nostra sottolinea Taddeo c'è la massima sensibilità e attenzione su questo tema. Con l'Asl abbiamo ragionato sull'apertura di un drive in, per consentire di fare uno screening sulle persone che hanno bisogno del tampone, cioè quelli che purtroppo manifestano dei sintomi. Il drive in credo che verrà messo al mercato nuovo come è stato fatto in passato. C'è carenza di personale, quindi ho detto di poter contare sulla nostra Protezione Civile e sulla Croce Rossa».

Nel frattempo l'Asl di Latina, in seguito all'ultima riunione in Prefettura, ha aperto nel golfo due walk in, presso l'Ospedale Dono Svizzero di Formia e il punto di primo intervento di Minturno, per poter svolgere i tamponi agli studenti. È stato anche aperto il Centro Operativo Comunale per l'emergenza Covid ed avviate diverse procedure di sostegno alle famiglie. Ma l'attenzione dell'amministrazione comunale di Formia è rivolta anche ai luoghi della movida: «Sui controlli non saremo più tolleranti, perché anche il buon senso dei giovani ci deve essere e delle persone, quindi staremo attenti, faremo un controllo puntuale nelle zone di maggiore concentrazione con il personale che abbiamo a disposizione», conclude il sindaco Taddeo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA