Latina, positiva coppia no vax: sono ricoverati al Goretti in condizioni serie

Latina, positiva coppia no vax: sono ricoverati al Goretti in condizioni serie
di Laura Pesino
3 Minuti di Lettura
Martedì 26 Ottobre 2021, 16:48

Sale e scende la curva del Covid in provincia di Latina, che passa da 50 casi di domenica a 29 di ieri a fronte comunque di un numero inferiore di tamponi processati. Il quadro dunque si aggiorna ancora e conta ad oggi 735 contagi accertati dall'inizio di ottobre.

Dopo i picchi registrati nei giorni scorsi ad Aprilia, questa volta spicca per numero di positivi il comune di Cori, a causa però di uno specifico cluster subito individuato e circoscritto. Seguono poi i 5 contagi di Aprilia e i 4 di Latina, mentre sono due i positivi a Cisterna e altrettanti quelli scoperti a Fondi, Lenola, Norma e Pontinia, uno solo a San Felice Circeo. Il bollettino segnala invece un solo ricovero nelle ultime 24 ore per un totale di 33 persone che dall'inizio del mese hanno dovuto fare ricorso alle cure dell'ospedale. Dopo un primo aumento dovuto all'entrata in vigore dell'obbligo del green pass calano anche le somministrazioni di vaccino, che nell'arco di una giornata sono state 622. Anche nel Lazio, pur scendendo sotto quota 400 (sono stati 386 secondo il bollettino di ieri), i casi di covid hanno portato a una sostanziale crescita del rapporto tra positivi e tamponi che ora si attesta su 2,4%, contro 1,7% della giornata di sabato. Il nodo fondamentale resta però quello dei ricoveri, che ormai riguardano quasi esclusivamente le persone non vaccinate.

A dimostrarlo è anche il caso di due coniugi di 50 e 51 anni residenti a Sezze Scalo, che dopo aver rifiutato la vaccinazione in questi giorni hanno contratto il virus in modo grave e sono finiti entrambi ricoverati nello stanzone Covid del reparto di Malattie Infettive del Goretti in condizioni definite serie. La loro storia ricorda quella accaduta in Veneto, i coniugi padovani intubati nella stessa stanza della Rianimazione dell'ospedale cittadino. Fortunatamente per i coniugi setini la situazione non è così drammatica. Al marito è stato applicato il casco per un problema di saturazione importante. La moglie invece ieri ha avuto un lieve miglioramento. La coppia ha due figli maggiorenni che hanno fatto scelte diverse. Un figlio che ha avuto due dosi di vaccino è risultato negativo e oggi dovrà ripetere il tampone. L'altra figlia è risultata positiva con prima dose vaccino ma le sue condizioni non destano preoccupazione.


Resta invece al momento sotto controllo il cluster della casa alloggio per anziani di Sabaudia, dove 17 ospiti, oltre a 7 operatori, sono risultati positivi la scorsa settimana. Erano tutti vaccinati e molti di loro per questa ragione non hanno manifestato sintomi, altri invece, con sintomi lievi, sono stati sottoposti alla somministrazione degli anticorpi monoclonali come misura precauzionale per la loro età avanzata. Ad oggi dunque, nonostante i contagi riguardino ormai in maniera diffusa anche cittadini vaccinati con doppia dose, il siero resta lo strumento fondamentale per non incorrere nei rischi collaterali del Covid. L'attenzione della Asl è concentrata anche sul comune di Aprilia, dove nelle ultime settimane sono stati accertati diversi focolai, ma la percentuale di ricoveri resta contenuta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA