CORONAVIRUS

Virus, gli Usa vicini ai 100.000 morti ma Trump gioca a golf. Svezia, oltre 4.000 morti. In Spagna 2.000 in meno

Lunedì 25 Maggio 2020
2
Virus, gli Usa vicini ai 100.000 morti ma Trump gioca a golf: «Non lo facevo da 3 mesi». Nel mondo 5,4 milioni di contagi

La conta per le vittime da coronavirus prosegue. Sono 345.060 i morti nel mondo per complicanze legate al Covid-19. Così secondo i dati della Johns Hopkins University, che aggiorna a 5.407.701 il numero delle persone che sono state contagiate dal virus. Sono invece 2.168.564 le persone giudicate guarite dopo aver contratto l'infezione.

Spagna. Il governo spagnolo ha rivisto al ribasso il bilancio dei morti per coronavirus nel paese. Si tratta di circa 2000 morti in meno.

Usa. Sfiorati i centomila morti negli Stati Uniti dove, secondo la Johns Hopkins University, sono 97.720 le persone che hanno perso la vita per complicanze legate all'infezione. È invece salito a 1.643.238 il numero di coloro che hanno contratto il Covid-19 negli Stati Uniti. A essere maggiormente colpito è lo stato di New York, con 29.141 decessi, seguito dal New Jersey con 11.138. Sempre a New York nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.500 nuovi contagi, portando a 361.515 il totale dei casi come spiegato dall'ufficio del governatore Cuomo.

Giappone. Fine allo stato d'emergenza legato su tutto il territorio nazionale. Lo ha annunciato il premier Shinzo Abe. Il Paese ha registrato in tutto 16.581 casi di covid-19 e 830 morti.

Svezia. Le persone morte a causa del coronavirus in Svezia sono oltre 4.000. Lo hanno annunciato le autorità sanitarie. I casi di contagio sono oltre 33.000. Il Paese scandinavo è stato l'unico al mondo a non imporre il lockdown per impedire la diffusione del Covid-19. L'Istituto per la sanità svedese ha annunciato che i morti di coronavirus nel Paese da 10,3 milioni di abitanti sono 4.029 e i casi 33.843. Secondo le autorità sanitarie svedesi, il 90% delle vittime aveva più di 70 anni.

Virus Stati Uniti, la festa in piscina tra liceali diventa un nuovo focolaio

Trump e il golf. La campagna di Joe Biden sta facendo «circolare uno spot in cui dice che ho giocato a golf (ho fatto esercizio)» domenica, pensando che debba stare alla Casa Bianca tutto il tempo. Quello che non hanno detto è che è la prima volta che ho giocato a golf in quasi tre mesi». Lo twitta Donald Trump respingendo le critiche che gli sono state mosse per essere tornare a calcare il green mentre gli Stati Uniti si avviano a toccare il triste primato dei 100.000 morti per coronavirus. Barack Obama «giocava sempre a golf, viaggiava a bordo del 746 per giocare a golf alle Hawaii», mette in evidenza.  Trump ha poi deciso di sospendere l'ingresso nel Paese a chiunque sia stato in Brasile nei 14 giorni immediatamente precedenti il ​​loro arrivo per contenere la diffusione del coronavirus.
 

Cina. Sono undici i nuovi casi confermati. Lo ha dichiarato il ministero della Sanità di Pechino, spiegando che tutti sono casi «importati» dall'estero. Dieci sono stati localizzati nella regione autonomia della Mongolia interna, l'undicesimo nella provincia di Sichuan. In totale, il numero dei positivi è di 82.985. Nessun nuovo decesso, invece, si è registrato in Cina nelle ultime 24 ore, dove restano confermati 4.634 morti legati all'infezione. Le autorità cinesi riferiscono inoltre che sono 78.268 le persone guarite dal Covid-19, mentre 83 continuano a essere ricoverate. Finora sono stati 1.724 i casi di coronavirus «importati» dall'estero, come ha spiegato Pechino. Di questi, 64 restano ricoverati e uno si trova in condizioni gravi, mentre 1.678 sono guarite. Il ministero della Sanità cinese precisa che 5.152 persone restano sotto osservazione dopo essere entrate in contatto con pazienti infetti, mentre in 461 hanno terminato il periodo di quarantena.

Europa. Un totale di 342.065 casi confermati (+2696 rispetto al giorno precedente), di cui 178281 nella sola Germania, sono stati registrati nei Paesi dell'Europa centrale e orientale, in Germania, Austria e Grecia, secondo dati ufficiali delle autorità nazionali inviati all'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e aggiornati alla mattina del 24 maggio. La crescita percentuale su base settimanale dei contagi è in rallentamento in gran parte della regione sulla base di elaborazioni aggiornate al 18 maggio, mentre rimane sostenuta in Bielorussia, Moldova e Ucraina. Il Montenegro non registra invece nuovi casi da ben 18 giorni, si evince dagli ultimi dati Oms. Nell'Europa centro-orientale nel suo complesso, la Bielorussia ha registrato finora il maggior numero di casi di Covid-19 per milione di abitanti (circa 3713, l'Italia è a 3792 per milione), seguita da Moldova (2608) e Germania (2144), mentre il tasso più basso è stato osservato in Slovacchia (276 per milione) e Grecia (267), secondo elaborazioni su dati Oms. 

Svezia. Le persone morte a causa del coronavirus in Svezia sono oltre 4.000. Lo hanno annunciato le autorità sanitarie. I casi di contagio sono oltre 33.000. Il Paese scandinavo è stato l'unico al mondo a non imporre il lockdown per impedire la diffusione del Covid-19.

Turismo, la Spagna riapre dal 1° luglio: «Venite, non c'è alcun rischio». Germania: sì al corridoio Austria-Italia

Spagna. Tutta la Spagna entra oggi ufficialmente nel dopo-lockdown, ma non tutta la popolazione godrà immediatamente delle stesse libertà: questo nuovo periodo, infatti, è scaglionato in tre fasi, a seconda della situazione a livello regionale. Oggi, riporta il quotidiano El Pais, alcune regioni entrano nella Fase 1 e altre imboccano già la Fase 2, che prevede un ulteriore ammorbidimento delle misure. Nessuna regione, invece, inizia la Fase 3, l'ultima prima del ritorno alla vita normale. Tra le regioni che iniziano la Fase 1 ci sono Madrid, gran parte della Catalogna inclusa Barcellona, Castilla e Len e Valencia, per un totale di 25 milioni di abitanti. A loro sarà permesso tra l'altro di visitare familiari e amici, pernottare nelle seconde case (ammesso che si trovino nella stessa regione), riunirsi in gruppi fino a 10 persone nella terrazza di casa o nelle aree all'aperto di bar e ristoranti. Riaprono anche gli hotel al 100% della loro capacità, tenendo comunque off limits le aree comuni come le sale riunioni e quelle adibite alla ristorazione. Allo stesso tempo, tra le regioni che passano della Fase 1 alla Fase 2 ci sono le isole Canarie e le Baleari, Galizia, le Asturie, la Cantabria ed i Paesi Baschi. In questa fase intermedia sono permessi i raggruppamenti fino a 15 persone, riaprono al pubblico i centri commerciali (ma restano chiuse le aree ricreative), i cinema ed i teatri (al 30% della capacità e con prenotazione obbligatoria), i bambini possono uscire accompagnati da entrambi i genitori, i ristoranti ed i bar possono servire di nuovo le bevande alcoliche (ma solo al tavolo e rispettando il distanziamento sociale) e riaprono le spiagge e le piscine rispettando la distanza di sicurezza di due metri.

Svizzera. Sono rimasti sotto controllo anche nelle ultime 24 ore i nuovi casi in Svizzera e nel Liechtenstein: se ne sono registrati infatti 10 in più rispetto a ieri per un totale di 30.746. L'incidenza ammonta a 358 casi per 100.000 abitanti. Finora sono stati segnalati 1.642 decessi - uno in più di ieri - legati al Covid-19 confermati in laboratorio, si legge nel consueto comunicato dell'Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp).

El Salvador. Per la prima volta dall'inizio della pandemia sono stati registrati più guariti che contagiati. Lo ha reso noto via Twitter oggi il presidente della repubblica, Nayib Bukele. Aggiornando l'attività del suo governo nel contrasto del Covid-19, Bukele ha reso noto che «sono stati realizzati 75.146 test PCR, con una affidabilità del 99,99%», aggiungendo che «per la prima volta ieri ci sono più persone curate che nuovi contagi. Per la prima volta il numero dei casi attivi è sceso».

Russia. Sono stati superati i 350.000 casi accertati. Il centro operativo russo anticoronavirus ha annunciato che dall'inizio dell'epidemia sono stati registrati 353.427 contagi, di cui 8.946 nelle ultime 24 ore. Ufficialmente, le vittime del nuovo virus in Russia sono 3.633, di cui 92 decedute nel corso dell'ultima giornata. I guariti sono in totale 118.798.

Saltano i Mondiali di sci a Cortina, Malagò: «Chiederemo di rinviarli a marzo del 2022»

Australia. La curva dei casi di contagio è «quasi piatta da cinque settimane»: questo «è un risultato nazionale straordinario e voglio dire agli australiani, grazie»: lo ha detto il ministro della Sanità del Paese, Greg Hunt, secondo quanto riporta la Bbc. Hunt ha sottolineato che il tasso di crescita dei nuovi casi si mantiene sotto lo 0,5% da cinque settimane consecutive. In Australia sono stati registrati solo sei nuovi casi nelle ultime 24 ore, un bilancio giornaliero che porta il totale dei contagi a quota 7.114, inclusi 102 morti, secondo i dati dell'Università Johns Hopkins. Il governo ha già riaperto i ristoranti e le scuole e punta a revocare gran parte delle misure di lockdown entro luglio.

Basket, annullate Eurolega ed Eurocup

Germania. Nelle ultime 24 ore 289 nuovi casi e 10 decessi legati alla pandemia, a fronte dei 431 contagi e dei 31 morti segnalati ieri. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria, secondo l'Istituto Robert Koch, sono 178.570 i casi e 8.257 i decessi per complicanze provocate dal coronavirus. La Baviera è sempre la regione più colpita con 46.326 contagi e 2.382 morti. Berlino registra 6.642 casi e 191 decessi.

Turchia. Prosegue fino alla mezzanotte di domani il coprifuoco di quattro giorni per contrastare la diffusione del Covid-19. Il lockdown generalizzato coincide con la festività islamica dell'Eid al-Fitr, che segna la fine del mese di Ramadan. Dopo la ripresa mercoledì delle attività, Ankara punta a un progressivo ritorno alla «normalità», anche se il presidente Recep Tayyip Erdogan ha precisato che misure di prevenzione e distanziamento sociale verranno comunque previste nei prossimi mesi. In particolare, da venerdì è attesa la riapertura delle moschee, in coincidenza con la grande preghiera settimanale, nonché nell'anniversario della conquista ottomana di Costantinopoli. Da inizio giugno la Turchia punta inoltre a rilanciare l'attività del turismo, settore chiave per la sua economia reale. 

Regioni, la Sardegna sfida il governo: «Un test rapido per aprire ai turisti»

L'Oms e i numeri. I casi giornalieri registrati nel mondo finora hanno superato la soglia delle 100mila unità già tre volte: è quanto emerge dal conteggio (aggiornato al 23 maggio) dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms). I dati indicano che il numero dei nuovi contagi in 24 ore è stato superiore a 100mila il 17, il 21 e il 23 maggio, rispettivamente con 100.087, 103.211 e 109.885 casi accertati. Prima del 17 maggio la soglia delle 100mila unità non era mai stata superata.

Bolivia. Sono 6.263 i contagi, come ha spiegato il ministero della Sanità di Bogotà, mentre è salito a 250 il numero delle persone che hanno perso la vita per complicanze legate all'infezione. Ma le previsioni delle autorità sanitarie locali sono assai diverse, considerato che si prevede di raggiungere i 28mila casi e gli 800 morti quando verrà raggiunto il picco a giugno. «Le nostre proiezioni parlando di quasi 28mila contagi quando sarà raggiunto il picco e si prevede che ci saranno 800 morti», ha detto il direttore nazionale del dipartimento di Epidemiologia del ministero della Salute, Virgilio Prieto, durante un'intervista alla televisione statale rilanciata dal quotidiano La Razón.

Mascherine e anidride carbonica, la bufala corre sul web (e sui manifesti). Pregliasco: «Follie»

India. Sono più di quattromila le persone che hanno perso la vita. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Nuova Delhi, parlando di 4.021 morti per cause collegate al Covid-19, 154 in un solo giorno, e di 138.845 contagiati, 6.977 in più rispetto a ieri. Si tratta dell'aumento di contagi in 24 ore più elevato da quando la pandemia ha raggiunto l'India. Nonostante i dati diffusi dal ministero della Sanità, il ministrok dell'Aviazione civile di Nuova Delhi, Hardeep Singh Puri, ha confermato su Twitter che da oggi riprendono i collegamenti aerei interni.

Giappone, leading indicator marzo rivisto al ribasso

Thailandia. Registrati due nuovi casi e un decesso nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto oggi il ministero della Sanità del Paese. Il nuovo bilancio porta il numero dei contagi complessivi a quota 3.042 e quello dei morti a quota 57. Oltre il 96% dei pazienti, pari a 2.928 persone, sono guariti dall'inizio della pandemia.

Ultimo aggiornamento: 19:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA