Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Assorbenti gratis in Scozia, è il primo paese al mondo: entra in vigore la legge contro la "period poverty"

Assorbenti gratis in Scozia, è il primo paese al mondo: entra in vigore la legge contro la "period poverty"
2 Minuti di Lettura
Martedì 16 Agosto 2022, 18:20

Assorbenti gratuiti in Scozia: da lunedì 15 agosto chiunque ne ha bisogno può ottenere gratis i prodotti per il ciclo mestruale. La Scozia diventa così il primo paese al mondo a combattere fattivamente la "period poverty" (povertà mestruale), garantendo l'accesso gratuito agli assorbenti a tutte le donne. Dove ritirarli? Farmacie, centri giovanili, ma anche università e scuole. La legge, presentata nel 2019 dalla parlamentare Monica Lennon, era stata approvata nel novembre del 2020.

Francesca Michielin: «Anche questo mese ho speso 15 euro di assorbenti, avere il ciclo è un lusso?»

Superbonus esteso (ma villette escluse), pensione anticipata con Quota 102 e giù l'Iva sugli assorbenti: le misure della manovra

La "povertà da ciclo"

Ma cos'è la "period poverty"? Secondo i numeri, in Scozia una donna spende fino a otto sterline al mese in assorbenti e prodotti vari per il ciclo. Qualcuno è obbligato a scegliere se comprare assorbenti o cibo. «C’è un modo semplice di descrivere la povertà mestruale: vai al supermercato e ti trovi a dover scegliere tra un pacco di pasta e uno di assorbenti», spiega l’attivista Georgie Nicholson. «Molte madri rinunciano ai prodotti mestruali per poter portare in tavola qualcosa ai loro figli e si ritrovano a usare fogli di giornali avvolti nei calzini perché sono più economiche dei prodotti mestruali».

L'Italia e la tampon tax

Sono svariati gli Stati che sull'argomento si stanno muovendo: in nuova Zelanda per esempio i prodotti mestruali sono gratuiti per le studentesse, mentre in Canada e Regno Unito è stata eliminata l'Iva sugli assorbenti. E in Italia?Con l'ultima legge di bilancio l'imposta è stata ridotta sui prodotti mestruali dal 22 al 10 per cento. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA