Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Snake Island, premiato il marinaio del «vaffa» alla nave russa: è tornato a casa dopo uno scambio di prigionieri

I 19 marinai di Snake Island, piccolo avamposto ucraino sul Mar Nero, avevano attirato l'attenzione internazionale per come reagirono all'ultimatum russo di deporre le armi ed arrendersi

Snake Island, premiato il marinaio del «vaffa» alla nave russa: è tornato a casa dopo uno scambio di prigionieri
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Marzo 2022, 13:41 - Ultimo aggiornamento: 18:17

Sono passati alla storia come i marinai del «vaffa». Ora l'Ucraina premia uno di loro con una medaglia per il coraggio dimostrato in quel drammatico 24 febbraio. Roman Hrybov, uno degli uomini a difesa dell'isolotto di Zminyi, la cosiddetta Isola dei Serpenti (Snake Island), è stato premiato dal ministero della Difesa ucraino, che per l'occasione ha pubblicato sui social un video del conferimento del premio. Hrybov, che come gli altri marinai era stato in un primo momento creduto morto, era invece prigioniero dei russi. Da alcuni giorni, dopo uno scambio di prigionieri fra Ucraina e Russia, è tornato nella sua Cherkasy, dove ha ricevuto la medaglia.

Snake Island, liberati i soldati-eroi che urlarono il «vaffa» alla nave russa che li attaccava

Isola dei Serpenti, i marinai del «vaffa» alla nave russa

I 19 marinai di Snake Island, piccolo avamposto ucraino sul Mar Nero, avevano attirato l'attenzione internazionale per come avevano reagito all'ultimatum russo di deporre le armi ed arrendersi: «Andate a farvi fo**ere», era stata la risposta ai russi urlata per radio, diventata un meme virale sui social. Inizialmente si pensava che i marinai di Snake Island fossero stati uccisi dalla marina russa durante la prima settimana di guerra, ma in seguito è stato confermato che erano tenuti prigionieri. Il 25 marzo, esattamente un mese dopo l'inizio dell'invasione, il parlamento ucraino ha confermato il loro rilascio, nell'ambito di uno scambio con 11 marinai russi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA