Gay e bisessuali potranno donare il sangue (anche senza astinenza): svolta nel Regno Unito

Gay e bisessuali potranno donare il sangue (anche senza astinenza): svolta nel Regno Unito
2 Minuti di Lettura
Lunedì 14 Giugno 2021, 20:26 - Ultimo aggiornamento: 16 Giugno, 10:27

Svolta storica nel Regno Unito, dove gay e bisessuali potranno donare sangue, piastrine e plasma al pari degli eterosessuali. Sono stati abolite tutte le differenze che ancora li mettevano su piani diversi. E i primi a farlo sono stati Xavier e Oscar, coppia che si è definita «orgogliosa» di aver potuto donare. Un cambiamento storico, entrato in vigore oggi in occasione della Giornata mondiale del donatore di sangue: in Inghilterra, Scozia, e Galles non verrà più chiesto agli uomini se ha avuto rapporti sessuali con un altro uomo.

Endorsement di Papa Francesco al film che parla di leggi (civili) per le coppie gay

A tutti, invece, indipendentemente dal sesso, verranno chieste informazioni sui recenti rapporti sessuali. Chiunque abbia avuto lo stesso partner negli ultimi tre mesi avrà diritto a donare, allargando la possibilità a tantissimi gay e bisessuali che finora venivano esclusi. Prima di oggi, infatti, qualsiasi donatore uomo che avesse avuto rapporti sessuali con un altro uomo nei tre mesi precedenti, non poteva farlo. Adesso chi ha una relazione stabile (e rapporti con lo stesso uomo) riavrà il suo diritto. L'onda di modernità raggiungerà anche l'Irlanda nel Nord nel mese di settembre. 

Il Dipartimento di Salute e Assistenza Sociale nei mesi scorsi ha accolto le raccomandazioni del FAIR (For the Assessment of Individualized Risk) che aveva chiesto di valutare i potenziali donatori come individui e non come appartenenti a una categoria rappresentata dal loro orientamento sessuale.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA