Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Caldo record in tutta Europa, incendi devastano Francia e Spagna. In Portogallo 47 gradi, emergenza nazionale in Gran Bretagna

Quattro roghi di vasta portata scoppiati in meno di 30 giorni solo a Roma

Europa in fiamme, roghi in tutto il continente: raggiunti i 47° in Portogallo. Londra dichiara l'emergenza nazionale
4 Minuti di Lettura
Venerdì 15 Luglio 2022, 15:39 - Ultimo aggiornamento: 18:27

Il caldo record continua ad abbattersi sul continente europeo. Il problema dei roghi non è solo italiano. E non riguarda solo Roma che pure ha visto quattro incendi di vasta portata scoppiati in meno di 30 giorni e che, per puro caso, non hanno causato vittime. Adesso l'allarme arriva anche dagli altri paesi europei.

Incendi, riapre parzialmente la regionale Forca d'Acero dopo le verifiche dell'Astral

Tor Bella Monaca, incendio al sesto piano di un palazzo

Allarme roghi in Europa

Gli incendi dilagano in tutta Europa, distruggendo tutto quello che incrociano. Nelle ultime 48 ore in Gironda, una frazione della regione francese Aquitania, nel sud-ovest del Paese, le fiamme hanno bruciato oltre 7.300 ettari.

Alcuni degli aerei e delle attrezzature antincendio che dovevano essere adoperati per la parata del 14 luglio a Parigi, sono stati dirottati due giorni fa proprio nella regione con capoluogo Bordeaux. Per domare il rogo è stato necessario l'intervento di quasi 1000 vigili del fuoco. Altre fiamme sono state segnalate nel sud-est della Francia e a nord di Parigi.

Colpita anche la penisola iberica

Incendi anche in Portogallo e Spagna. Case e migliaia di ettari di macchia mediterranea distrutti dalle fiamme. Il Portogallo è stato particolarmente colpito dagli incendi questa settimana. Più di 3.000 vigili del fuoco in tutto il Paese hanno dovuto cooperare al fianco di comuni cittadini nel disperato tentativo di domare ben 13 incendi che, hanno colpito l'intero territorio nazionale. Roghi alimentati da temperature estreme. Il vicino della Spagna nelle ultime ore ha registrato la temperatura record di luglio, toccando i 47°C. Il picco è stato raggiunto ieri ad Alijó, piccolo comune di 10mila abitanti dell'entroterra portoghese. La temperatura più alta mai registrata negli ultimi 27 anni. 

Nella città spagnola di Siviglia, uno dei luoghi più caldi d'Europa, alcuni sindacati hanno chiesto alle aziende di sospendere le attività di molti lavoratori a causa delle condizioni poco favorevoli. Le temperature in molte parti della Spagna hanno superato i 40°C da diversi giorni e si prevede continueranno a salire fino alla prossima settimana.

 

Nella zona di Salamanca sono bruciati oltre 4.000 ettari negli ultimi quattro giorni. Un altro incendio è scoppiato nel Parco nazionale di Monfrague (Estremadura). Noto per ospitare diverse razze di uccelli. Il fuoco ha già bruciato diversi nidi di avvoltoio nero, uno degli uccelli più rari al mondo.

Croazia, grosso incendio in Dalmazia: distrutte le abitazioni, fuga e paura

Incendi boschivi nel Reatino, vigilanza massima dei carabinieri forestale

Londra dichiara emergenza nazionale

La Gran Bretagna ha dichiarato oggi emergenza nazionale. I meteorologi hanno confermato che il Paese la prossima settimana registrerà temperature senza precedenti toccando 41°C tra lunedì e martedì. L'Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito ha esortato i britannici a tenere al riparo anziani, bambini piccoli e neonati. I meteorologi hanno affermato che al momento è presente una probabilità dell'80% di battere il record di tutti i tempi del Regno Unito di 38,7°C, stabilito a Cambridge il 15 luglio 2019. 

Incendi a Roma, allarme eternit. I medici: «Evitate i cibi della zona». E i dati sulla diossina finiscono in procura

© RIPRODUZIONE RISERVATA