Brigitte Macron nella bufera per un paio di scarpe Louis Vuitton

Tailleur grigio a righe e scarpe da ginnastica Louis Vuitton: così Brigitte Macron è apparsa durante la visita ufficiale col marito in Egitto, questa settimana. Immagini che hanno fatto il giro del mondo mentre il britannico Daily Mail lanciava una polemica interrogandosi sul buon gusto di Brigitte, che ha accompagnato con scarpe color kaki il suo completo grigio. In realtà le scarpe, con riflessi dorati, hanno fatto la loro apparizione ai piedi di Brigitte, 65 anni, a più riprese in Egitto, soprattutto durante la visita al celebre tempio di Abu Simbel.

Se il giornale inglese ha criticato l'accoppiamento dei colori, in Francia la polemica è invece scattata sul prezzo delle calzature della premiere dame. Trattandosi, in tempi di gilet gialli e di critiche alle «elite», di un paio di scarpe della serie 'Run Away' di Louis Vuitton, i cui modelli oscillano fra i 580 e gli 800 euro. «È lo stipendio di una cassiera o di un pensionato costretto a stare la notte sulle rotatorie di Francia» si è letto su uno dei tanti blog, mentre le foto della scarpe di Brigitte hanno invaso la rete. Per tentare di spendere il nuovo focolaio di polemiche, Brigitte Macron ha dovuto mettere in moto i suoi addetti stampa.

Per spiegare che quel paio di scarpe lei non lo ha mai comprato e, quindi, non sono costate nemmeno un centesimo al contribuente francese: «Sono calzature prestate. I capi d'abbigliamento non appartengono a Brigitte Macron - hanno spiegato i suoi collaboratori alla radio France Info - è un sistema che è stato messo in piedi proprio affinché nulla sia a carico dello Stato e per mettere in luce i creatori di moda francesi». In ogni caso, anche se non si trattasse di un capo di abbigliamento in prestito, l'Eliseo fa notare anche che alla premiere dame non spettano, in nessun caso, rimborsi per spese di rappresentanza relative ai suoi acquisti di abbigliamento.


LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il Campidoglio e la stanza dei dossier “rimandati”

di Simone Canettieri