DONNE

Pensioni più basse per le donne, quasi la metà non arriva a mille euro al mese

Giovedì 24 Ottobre 2019

Le donne in media prendono pensioni molto più basse degli uomini: quasi la metà non raggiunge i mille euro al mese. Ciò è dovuto a una minore presenza nel mercato del lavoro e soprattutto ad attività più discontinue. Fatto sta, che nel 2018 - si legge nell'Osservatorio Inps su prestazioni pensionistiche e beneficiari - il 44,5% delle donne poteva contare su redditi da pensione complessivi inferiori o pari a 1.000 euro a fronte di appena il 27,4% degli uomini. Se invece si va a guardare la classe di redditi più alta ovvero quella con almeno 5.000 euro al mese gli uomini sono 228.784, il 3% dei pensionati maschi, mentre le donne sono appena 56.661, lo 0,7% delle pensionate femmine. Per gli uomini con i redditi più alti si spendono 18,9 miliardi a fronte dei 4,3 che si spendono per le donne con i redditi oltre i 5.000 euro.

Donne e lavoro, gap salariale e vita familiare: quando il part time diventa una gabbia

Lavoro, le donne in Italia guadagnano 2.700 euro l'anno in meno degli uomini

Le differenze delle pensioni è anche una conseguenza del gender gap degli stipendi. Durante la vita lavorativa, è come se le donne per un mese e mezzo non percepissero stipendio.  A parità di lavoro con un collega uomo, in Italia è come se una donna cominciasse a guadagnare dalla seconda metà di febbraio: dal 2016 al 2018 la differenza retributiva è diminuita del 2,7%, ma resta comunque ampio il gap che è di 2.700 euro lordi pari al 10% in più a favore degli uomini.

Ultimo aggiornamento: 14:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA