Martina ed Erika, insultate perché gay. E loro creano una pagina Facebook: «Ecco le perle degli omofobi»

Martedì 29 Ottobre 2019

Insultate perchè hanno messo le foto in cui si baciano, perchè sono gay, perchè, più semplicemente mettono in mostra il loro amore e la loro felicità. Martina, 24 anni ed Erika, 22 sono due ragazze, di Arona, in provincia di Novara. Da due anni e 5 mesi sono fidanzate e su Facebook, come qualunque altra coppia di fidanzati innamorati, mettono foto  e post in cui in cui celebrano il loro amore, il loro essere «anime gemelle». Belle, giovani, innamorate e lesbiche. Un'esca fin troppo facile per gli odiatori- invidiatori del web.

«Famiglia gay non è normale»: bufera su social manager di Federazione pugilistica

Bogotà, eletta la prima donna sindaco: festeggia con un bacio alla compagna

Le loro pagine Facebook si sono in poco tempo riempite d'insulti. «Pure le foto in cui vi baciate mettete??». Alcune foto hanno ricevuto centinaia e centinaia di commenti negativi e di insulti. E ovviamente c'è anche chi va giù pesante e arriva a dire: «Fate vomitare». C'è chi non usa mezzi termini e le definisce «pattumiere umane». Martina ed Erika, anzichè chiudere le loro pagine facebook e istagram ne hanno aperta un'altra, dove pubblicano i post e gli insulti degli haters e li commentano con ironia. L'hanno chiamata "Le perle degli omofobi", è una pagina che comincia ad essere seguita e che, miracolo della rete, raccoglie anche commenti positivi. «Ma siete gayy?» scrive un odiatore sotto una foto in cui le ragazze si baciano. «Sei perspicace», risponde Martina. «Peccato per le loro tendenze, erano due belle ragazze», scrive, invece un maschio evidentemente deluso. Non mancano nemmeno i post dei predicatori che cercano di convincere le ragazze a tornare sulla retta via, abbandonando la perdizione e la strada della vanagloria e chi ha problemi con l'inglese «ma siete Grey??» scrive. Le perle degli omofobi sta diventanto una pagina in cui l'odio si smonta con l'ironia e il buon senso, una risposta garbata contro le offese degli omofobi, un luogo virtuale di gentilezza e ironia contro la violenza verbale che, comunque, fa male anche se fatta da persone che non si conoscono. La miglior risposta contro gli odiatori-invidiatori del web.

Ultimo aggiornamento: 20:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA