Macerata, «fumo per superare le difficoltà»: 8 mesi al coltivatore di marijuana

Mercoledì 15 Ottobre 2014 di Alessandra Bruno
MACERATA - Coltiva 13 piantine di marijuana in casa, condannato a otto mesi pena sospesa. Un 36enne originario di San Benedetto, ma residente a Civitanova, nel 2011 era stato arrestato dalla Guardia di Finanza. I militari lo avevano trovato con un quantitativo ingente di droga, tenuto in mansarda con tutto l’occorrente per provvedere alle “cure” della particolare coltivazione.



Il giovane, un coltivatore diretto, era infatti, particolarmente esperto in materia di botanica. All’epoca il giovane si era giustificato con i militari, parlando di «uso personale, per superare un momento di difficoltà». Questo pomeriggio in Tribunale la sentenza per detenzione di sostanze stupefacenti, davanti al giudice Daniela Bellesi. A difendere il 36enne, l’avvocato Alessandro Ciarrocchi. Ultimo aggiornamento: 16:27

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani