Vela, Coppa Italia 420: a Formia trionfo del tandem Iacchia-Romeo. Ora la terza tappa

Mercoledì 24 Aprile 2019
Il podio della seconda tappa della Coppa Italia Uniqua classe 420
La coppia formata da Paolo Iacchia e Gabriele Romeo, in forza al Centro Velico 3v di Trevignano Romano (sodalizio che ha concesso il bis con il primo posto centrato da Giulia Sepe e Federico Romeo come equipaggio misto), ha conquistato il successo nella seconda tappa della Coppa Italia Uniqua classe 420, ospitata a Formia dal Circolo Nautico Caposele. In classifica generale i vincitori hanno preceduto di tre lunghezze Demetrio Sposato e Gabriele Centrone, portacolori del Club Velico Crotone e del Centro Velico 3v, che si sono poi consolati con la vittoria nella categoria juniores; terzo posto per Tommaso Cilli e Bruno Mantero dello Yacht Club Sanremo. E’ approdato in Liguria anche il titolo riservato alla categoria juniores femminile, per merito delle gemelle Carlotta e Camilla Scodnik (Yacht Club Italiano); e se il primo posto nell’Under 17 maschile è andato a Nord, grazie ad Oscar Pousché e Luca Coslovich, triestini dell’A.N. Pietas Julia, quello femminile ha preso la via del sud, con l’affermazione di Roberta Bocchini e Speranza Savella, campane del Circolo del Remo e della Vela Italia. «Spero che i tanti ragazzi si siano divertiti – ha commentato entusiasta il presidente del Cn Caposele Raffaele Giarnella – Tutte le prove si sono disputate senza problemi, tranne quella della domenica di Pasqua annullata per via dell’allerta meteo. Il campo di regata di Formia si è confermato ancora una volta uno tra i migliori d’Italia». Da mercoledì 24 a venerdì 26 spazio alla terza tappa della Coppa Italia organizzata sempre dal club tirrenico, il più antico della provincia di Latina.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Autobus a Roma, le trovate degli utenti per sopravvivere ai disagi

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma