Gaeta, uffici presi d’assalto per il rinnovo degli abbonamenti

Gaeta, uffici presi d’assalto per il rinnovo degli abbonamenti
di Andrea Gionti
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 1 Luglio 2020, 08:45

E’ stato preso d’assalto già da alcuni giorni l’ufficio della Blu Gaeta, sotto la Torre civica, per il rinnovo degli abbonamenti per la sosta a pagamento che, su precedente disposizione adottata dall’amministrazione comunale per i problemi legati al Covid-19, era slittato alla giornata di oggi, anche per quegli abbonamenti che erano scaduti una o due mesi prima.

File di centinaia di utenti e assembramenti si stanno, però, registrando già da qualche giorno dinanzi all’ufficio della Torre civica e molti, che avevano preso il numeretto nella mattinata sono strati costretti a tornare di pomeriggio, nel secondo turno di apertura dalle 15 alle 18, perché alle 13, dopo il primo turno iniziato alle 9, l’ufficio chiudeva e molti utenti erano ancora rimasti fuori senza poter perfezionare il rinnovo, che non riguarda per molti soltanto l’abbonamento per le strisce blu ma anche per la zona a traffico limitato nel quartiere Sant’Erasmo.

Evidente il disagio di molti utenti, residenti e non, specialmente anziani, che si sono lamentati perché in questi giorni di sovraffollamento stanno perfezionando allo sportello della Blu Gaeta le pratiche di abbonamenti nuovi o rinnovati. Già all’apertura alle 9 le file erano consistenti e sono andate progressivamente aumentando, per riprendere poi nel pomeriggio, durante le tre ore successive dalle 15 alle 18. E succederà lo stesso anche oggi e per tutta questa prima settimana di luglio, in coincidenza con la data ufficiale (prorogata dal Comune) per il rinnovo degli abbonamenti. 

E’ vero che pochi hanno optato per la disposizione agevolata messa in atto dalla Blu Gaeta, quella cioè di consentire l’invio via mail delle richieste di abbonamento all’indirizzo di posta abbonamenti@blugaeta.it, inserendo nell’oggetto la targa dell’auto oppure tramite whatsapp al numero 379.1821584 inviando la documentazione per il rilascio dell’abbonamento. Il tutto prevede, per il ritiro e il pagamento del permesso di sosta, un successivo contatto da parte della cooperativa che gestisce il servizio.

Altra agevolazione: per le fasce sociali deboli, anziani con età superiore ai 70 anni e persone diversamente abili, viene effettuata gratuitamente la consegna del permesso presso il domicilio delle persone richiedenti.
«Resta, però, il fatto - hanno lamentato diversi cittadini - che due soli operatori allo sportello sono insufficienti in questi giorni di calca e magari si potrebbe fare orario continuato anziché interrompere il servizio alle 13 e riprenderlo alle 15». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA