Trasporti per la Asl, accolto il ricorso di Croce Bianca. Il Consiglio di Stato: «Documenti falsi da Heart Life»

Trasporti per la Asl, accolto il ricorso di Croce Bianca. Il Consiglio di Stato: «Documenti falsi da Heart Life»
di Giovanni Del Giaccio
2 Minuti di Lettura

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso di Croce Bianca sui trasporti ospedalieri con ambulanze per la Asl di Latina e ribaltato la sentenza del Tar che aveva dato ragione, invece, alla Croce Amica Heart Life. Azienda che  «alla luce delle risultanze di causa e della rigorosa normativa concernente le dichiarazioni e documentazioni false prodotte in gara» secondo i magistrati doveva  essere esclusa dalla gara».

A sollevare il caso era stata, già al Tar, la stessa Croce Bianca che denunciava  «la falsità dei documenti prodotti in gara da Heart Life, relativi alla frequenza di corsi di sicurezza di due medici in organico». Medici che «nei giorni indicati di asserita partecipazione ai corsi di formazione della durata di 16 ore stavano svolgendo, invece, il turno di servizio in favore della stessa appellante Croce Bianca» - come rileva il Consiglio di Stato. La stessa Asl «ai fini dell’ammissione in gara di Heart Life, delle risultanze documentali prodotte in giudizio dalla odierna appellante» aveva segnalato «il fatto “significativo” all’Anac in data 26 novembre 2020, da cui risulta la falsità delle attestazioni certificate da Heart Life, concernenti la partecipazione ai corsi di formazione da parte di due medici utilizzati nel servizio».

Gli atti della Asl bocciati dal Tar rispetto all'aggiudicazione sono, invece regolari e lo stesso Consiglio di Stato afferma «sull'appello, come in epigrafe proposto, lo accoglie, e, per l’effetto, in riforma della sentenza avversata, dichiara legittimi gli atti impugnati col ricorso introduttivo di primo grado».

Giovedì 6 Maggio 2021, 12:12 - Ultimo aggiornamento: 12:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA