Vanessa Russo uccisa in metro a Roma, Doina Matei torna libera 4 anni prima

Mercoledì 26 Giugno 2019
18
Vanessa Russo uccisa in metro a Roma, Doina Matei torna libera 4 anni prima

Vanessa Russo, ultima puntata della vicenda giudiziaria. Doina Matei, 33 anni, è una donna libera: la romena, condannata in via definitiva nel 2010 dalla Cassazione a 16 anni di carcere per aver ucciso Vanessa Russo, colpita a un occhio con la punta dell'ombrello il 26 aprile del 2007 sulla banchina della metropolitana di Roma, ha pagato tutti i suoi debiti con la giustizia. Lo riporta il Corriere, sottolineando che «ieri mattina il magistrato di sorveglianza del Tribunale di Venezia ha firmato l'atto con cui ha certificato il "fine pena"».

LEGGI ANCHE Vanessa Russo, il grido di dolore del papà: «Vogliamo il risarcimento, qualcuno deve pagare»

Una conclusione anticipata di quattro anni, precisa il quotidiano, «ottenuta grazie alla buona condotta che ha consentito alla donna di guadagnare 45 giorni ogni sei mesi dal momento dell'ingresso in carcere. Ora non dovrà più rispettare le prescrizioni che le erano state imposte alla fine del 2015, quando ha avuto la semilibertà. Obblighi che se fossero stati violati avrebbero comportato il rientro nel carcere lagunare della Giudecca, dove la romena è stata reclusa negli ultimi nove anni». Doina Matei, seguita fin dal giorno dell'arresto dall'avvocato Carlo Testa Piccolomini, già nel 2016 ha cominciato a reinserirsi nella società: «La fase riabilitativa - sottolinea l'avvocato Testa Piccolomini come riporta il quotidiano - l'ha sfruttata con dedizione. Ora Doina vuole solo essere dimenticata».
 

 

Ultimo aggiornamento: 12:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Termini, la brutta cartolina della fila chilometrica per i taxi

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma