​Tav, città metropolitana Torino dice sì. Appendino: tema divisivo, aspettiamo analisi

Chiara Appendino
1 Minuto di Lettura
Lunedì 10 Dicembre 2018, 13:27 - Ultimo aggiornamento: 15:07

La Conferenza dei sindaci della Città metropolitana di Torino ha approvato con 167 sì, 8 astenuti e un voto contrario la mozione delle opposizioni di centrodestra e di centrosinistra a favore della Torino-Lione. Il sindaco metropolitano Chiara Appendino non ha partecipato al voto. Il documento impegna la sindaca «a riconoscere i benefici dell'opera per l'intero territorio metropolitano e a svolgere ogni azione finalizzata a sostenerne la realizzazione nei tempi previsti».

Il voto della Città Metropolitana di Torino è «un atto politico» e conferma che la Torino-Lione è un «tema altamente divisivo sul quale è difficile discutere nel merito», afferma Appendino commentando l'approvazione dell'ordine del giorno a sostegno dell'opera. «Aspettiamo la conclusione dell'analisi costi-benefici e
l'analisi giuridica su eventuali costi di sospensione dei lavori - aggiunge - che dovrebbero essere concluse entro fine mese».

Con la Appendino non ha partecipato al voto anche una decina di sindaci della Città metropolitana. La mozione approvata è intitolata 'La Città metropolitana di Torino vuole il Tav' e, al contrario dell'ordine del giorno con cui il Comune di Torino ha impegnato la sindaca ad attivarsi col governo per chiedere lo stop dell'opera, impegna la prima cittadina anche a «collaborare con tutti gli attori sociali e produttivi che sostengono l'utilità dell'infrastruttura».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA