Modena, sepolta insieme al marito accusato di averla uccisa: colletta delle amiche per darle una lapide

Modena, sepolta insieme al marito accusato di averla uccisa: colletta delle amiche per darle una lapide
2 Minuti di Lettura
Martedì 2 Novembre 2021, 11:30

Alessandra è stata sepolta insieme al marito, accusato di aver provocato la sua morte con percosse. Lui poi si è tolto la vita mentre era agli arresti domiciliari. Il caso avvenuto a Pavullo, nel Modenese, segnalato nei giorni scorsi dalla Gazzetta di Modena, riguarda Alessandra Perini, 46enne morta la sera del primo ottobre 2020 durante una corsa in ambulanza a Baggiovara (Modena), e Davide Di Donna, suo marito 50enne, che il 12 ottobre fu arrestato con l'accusa di omicidio preterintenzionale, poi messo ai domiciliari dove il 9 dicembre si tolse la vita.

Torino, spara alla moglie nel sonno poi si uccide: sul tavolo ​un biglietto di scuse ai figli per il gesto

Uomo e donna trovati morti in casa. I vicini: «Venite, si sentono delle urla». Ipotesi omicidio-suicidio

Monza, dà fuoco alla moglie dopo una lite: il marito le ha versato una tanica di benzina mentre lei era in bagno

Secondo la Procura la morte di Alessandra fu causata da un malore originato dalle botte di lui, che davanti al gip disse di averle dato uno schiaffo, ma di non averla voluta uccidere. Ad accendere i riflettori sul loculo congiunto per Alessandra e Davide la colletta lanciata dalle amiche di lei per darle una lapide, a un anno dalla morte. «Non pensavamo nella maniera più assoluta che Di Donna potesse essere seppellito con lei - dice una delle amiche oggi al Resto del Carlino - Si tratta del colpo di grazia finale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA