Marina militare: a Taranto al via l'attività dell'ambulatorio multidisciplinare smile house

Marina militare: a Taranto al via l'attività dell'ambulatorio multidisciplinare smile horse
4 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Settembre 2021, 17:03

Sarà presentata domani in un open-day l'attività dell'ambulatorio Centro per la cura delle malformazioni del volto, inaugurato la scorsa primavera presso il Centro Ospedaliero della Marina Militare di Taranto. Il centro nato dall’accordo di collaborazione tra la Fondazione Operation Smile Italia Onlus e la Marina Militare è stato realizzato grazie al sostegno di UniCredit Foundation.

Il 25 settembre inoltre, alla presenza del Sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, si terrà inoltre il convegno dal titolo «Il Progetto Smile House: l’importanza del Team e della continuità terapeutica nelle labiopalatoschisi», che avrà l’obiettivo di preparare il personale medico e sanitario pugliese ad offrire un percorso diagnostico terapeutico-assistenziale d’eccellenza ai pazienti affetti da malformazioni del volto.

La nascita dell'ambulatorio

L’ambulatorio, nato in virtù di un accordo di collaborazione tra la Marina Militare e la Fondazione Operation Smile Italia Onlus e realizzato grazie al contributo di UniCredit Foundation, rientra nel progetto Smile House, che vede la cooperazione tra Operation Smile e il servizio sanitario nazionale per la cura delle malformazioni del volto, in particolare della labiopalatoschisi, attraverso un approccio multidisciplinare.

L’ambulatorio Smile House del Centro Ospedaliero della Marina Militare di Taranto avrà l’importante compito di erogare servizi complementari a quelli chirurgici e limitare la migrazione sanitaria dovuta alle terapie di lunga durata, come quelle ortodontiche, logopediche e psicologiche.

La testimonianza dell'ammiraglio Ispettore Riccardo Guarducci

«Un’attività che rappresenta alla perfezione le caratteristiche di dualità e complementarità della Sanità della Marina Militare già mostrata nello sforzo profuso per contribuire al contrasto alla pandemia da Covid. Essa ha infatti il principale compito di tutelare la salute degli Equipaggi, ma quando non impegnata nelle prioritarie attività istituzionali può impiegare uomini e strutture in altri settori a supporto della collettività» spiega ammiraglio Ispettore Riccardo Guarducci capo del Corpo Sanitario della Marina.

«L’ampliamento della collaborazione ultradecennale con Operation Smile nella nuova veste di una Smile House ci consente di continuare a contribuire al nobile obiettivo della fondazione di offrire percorsi diagnostici e terapeutici ai soggetti affetti da gravi malformazioni del volto, incrementando, al contempo, le abilità del nostro personale sanitario in un settore di così alta specializzazione”, continua Guarducci.

L'obiettivo della Smile House di Taranto

La Smile House di Taranto ha l’obiettivo di offrire sul territorio pugliese assistenza multi-specialistica a bambini e adulti nati con una malformazione del volto, dalla diagnosi prenatale fino al termine del percorso di cura. Le visite e le cure saranno effettuate da volontari medici e personale sanitario, con diverse specializzazioni, della Fondazione Operation Smile Italia Onlus e da medici e personale infermieristico del Corpo Sanitario della Marina Militare accreditato con la Fondazione.

«L’ambulatorio Smile House di Taranto sarà una nuova realtà operativa della rete Smile House, progetto di interesse nazionale per il trattamento delle malformazioni del volto. Inizia con questo weekend l’attività con il primo Open Day che darà la possibilità a tutti i pazienti provenienti dall’area pugliese e in genere dalle regioni meridionali di poter accedere ai programmi sanitari per le cure delle malformazioni cranio-maxillo facciali. Gli accordi con la Marina Militare dimostrano ancor di più oggi che le sinergie virtuose in ambito sanitario sono sempre vincenti», afferma il dottor Domenico Scopelliti, vicepresidente Fondazione Operation Smile Italia Onlus.

«Siamo particolarmente orgogliosi di questo contributo - spiega Leandro Sansone, responsabile Territorial Relations, CS & Claims per il Sud di UniCredit - che mira ad offrire anche nel territorio pugliese assistenza multispecialistica ai bambini della regione, erogando servizi sanitari fondamentali per la collettività, con l’obiettivo ultimo, ma non meno importante, di limitare altresì anche il fenomeno della migrazione sanitaria dalle regioni del Sud. Per questo motivo come UniCredit e grazie alla nostra Fondazione, abbiamo deciso di offrire un supporto concreto a un progetto portato avanti con impegno e determinazione dalla Fondazione Operation Smile Italia Onlus e dalla Marina Militare, anche in considerazione dell’alto valore umano dell’iniziativa che prende il via oggi», conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA