ULTIMA ORA

Manifestazioni e proteste, come frenare i violenti e capire il disagio di chi scende in piazza

Martedì 13 Aprile 2021
Manifestazioni e proteste, come frenare i violenti e capire il disagio di chi scende in piazza

Promuovere una cultura della sicurezza condivisa per assicurare il bilanciamento tra il diritto di manifestare, la salvaguardia della salute collettiva e la necessità di contrastare con fermezza gli atti di violenza di coloro che si infiltrano nelle manifestazioni strumentalizzando le proteste. E' quanto afferma l'Associazione insigniti al merito della Repubblica (Ancri) sottolineando come proprio il ruolo dei rappresentanti delle categorie sociali e produttive che stanno protestando «può essere importante per evitare che si alzi la tensione e che il disagio sociale sia sfruttato da parte di estremisti». Per questo, aggiunge l'Ancri, «è determinante l'ascolto, il dialogo e la mediazione, finalizzati ad aiutare le persone che hanno necessità di far sentire la loro protesta». Della questione si parlerà domani nel corso del programma su Italia7 'Monitor' promosso proprio dall'Ancri e dall'Associazione nazionale funzionari di polizia (Anfp).

Il movimento IoApro in piazza, scontri in centro a Roma. I ristoratori gridano: «Dignità»

«Sarà una opportunità anche per promuovere una cultura della sicurezza che vede il mondo accademico supportare il saper fare dei poliziotti in un rapporto in cui l'uno alimenta l'altro, arricchendosi e rinforzandosi a vicenda», aggiunge l'Ancri.

L'emittente televisiva Italia 7 dedica a questo tema la puntata di martedì 13 aprile del programma di approfondimento Monitor condotto da Gaetano D'Arienzo. Coniugando il sapere del mondo accademico con il vissuto professionale del fare, di Funzionari di Polizia che hanno maturato decenni di esperienza operativa a gestire le manifestazioni di piazza, al servizio della gente, la puntata del programma offrirà ai telespettatori, riflessioni su diversi temi interdisciplinari da una prospettiva psicologica e filosofica applicata. Anche approfondimenti sul rapporto tra giovani e sicurezza.

No Tav, scontri nella notte in Val di Susa: pietre e petardi contro la polizia. Tensione e feriti

Questi temi sono peraltro raccolti in una pubblicazione ''La cultura della sicurezza condivisa'' curata dal Questore di Livorno Roberto Massucci, dal Prefetto di Chieti Armando Forgione e dal sociologo Nicola Ferrigni ospiti della trasmissione.

Interverranno anche la giornalista Corriere della Sera Fiorenza Sarzanini, la psicologa Prof Anna Maria Giannini e il prefetto Francesco Tagliente che hanno curato la prefazione del volume, un vero e proprio trattato sulla sicurezza, e i presidenti dell'ANCRI Tommaso Bove e dell'Anfp Enzo Marco Letizia. È stato chiesto un contributo anche al prefetto Alessandra Guidi e al Questore Filippo Santarelli di Firenze. Il disagio sociale degli imprenditori del commercio sarà rappresentato presidente della Federazione dei pubblici esercizi della Toscana e vicepresidente nazionale di Fipe Aldo Cursano.

La diretta del programma è programmata dalle 21.30 di martedì 13 aprile su Italia 7, Canale 17, che irradia il suo segnale in quattro regioni - Toscana, Umbria, Liguria (limitatamente alla provincia della Spezia) e Lazio (limitatamente alla Provincia di Viterbo) - e anche sul digitale terrestre, canale 192. La diretta della trasmissione può essere seguita anche sulla pagina FB dell'emittente.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA