Legionella, allarme a Palermo: evacuato un hotel e segnalate infezioni in diversi quartieri

Il batterio può provocare gravi forme di polmonite e si diffonde tramite impianti idrici vecchi e per via aerea

Palermo, allarme legionella: evacuato un hotel, segnalate infezioni in diversi quartieri. Scattano i controlli di Asp
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 14 Settembre 2022, 16:35

Allarme legionella al centro di Palermo. Il batterio che provoca una grave forma di polmonite è stato rilevato all'hotel Politeama che ieri è stato evacuato per evitare il diffondersi dell'infezione.  

Ma segnalazioni sono arrivate anche da altre zone della città: oggi è stato evacuato un edificio a via principe di Belmonte, mentre diversi casi di infezione sono state segnalate in altri palazzi che possiedono vecchie autoclavi o sono collegati alla rete con vecchie tubature da cambiare. 

Asp (L'azienda Sanitaria Provinciale di Palermo) sta monitorando da vicino la situazione. Amap invece - l'azienda responsabile delle forniture idriche - sottolinea di non essere coinvolta nei casi che “riguardano esclusivamente impianti privati” .

Polmonite misteriosa uccide 3 persone: individuati 9 i casi con gli stessi sintomi in Argentina

Legionella, il batterio killer che provoca polmonite

La Legionella è un genere di batteri che può provocare una grave forma di polmonite (legionellosi), con tasso di mortalità variabile tra 10-15%, o di influenza (febbre di Pontiac), a decorso benigno. Il batterio solitamente si trova nel fango e nell'acqua sporca, e si diffonde attraverso le condutture cittadine e gli impianti idrici degli edifici (soprattutto se vecchi e incrostati di calcare) o tramite condizionatori. Una volta contagiata una persona può trasmettere la patologia tramite aerosol. Il microrganismo è infatti veicolato da piccole particelle d'acqua nebulizzate (aerosol) e può essere facilmente inalato attraverso le mucose delle prime vie respiratorie. 

Il nome del batterio deriva da un episodio di contagio avvenuto nel 1976 in un hotel a Philadelphia negli Stati Uniti durante un congresso di veterani dell'American Legion. Allora il batterio si diffuse tramite l'impianto di condizionamento contagiando 221 ex militari ed uccidendone 34.

L'ultimo caso a Palermo a Villa Niscemi 

Quest'anno il batterio era già stato segnalato nella città di Palermo a Villa Niscemi, un parco frequentato da turisti e famiglie per gli ampi spazi verdi. La presenza della legionella era stata segnalata in un pozzo vicino, un impiegato del comune era stato infettato. La villa era stata chiusa per mesi.  

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA