COVID

Gender gap, al via il corso di Bocconi e Soroptimist sulla leadership femminile

Martedì 26 Gennaio 2021
Gender gap, al via il corso di Bocconi e Soroptimist sulla leadership femminile

La Sda Bocconi School of Management e Soroptimist avviano un corso sulla leadership femminile. Rivolto alle donne con un massimo di età di 28 anni, il ciclo di lezioni si intitola «Pari opportunità, leadership e genere, per una leadership responsabile e inclusiva». Si tratta di un corso destinato candidate in possesso di laurea specialistica o magistrale e di buona conoscenza della lingua inglese, residenti o domiciliate o nei Comuni in cui operano i club italiani del Soroptimist International, l’associazione mondiale di donne impegnate nel supporto all’avanzamento della condizione femminile e della parità di genere. Il corso sarà svolto da docenti Bocconi. Scadenza bando il 28 febbraio 2021. Tutte le info su www.soroptimist.it

Lavoro, in Europa solo il 6% delle donne a capo di una società: Italia al sesto posto

Il corso

Sostenuto dalla Fondazione Bracco, l'iniziativa fa seguito alle proposte di Daniela Giacoletto e Mariolina Coppola di Soroptimist e Simona Cuomo, Associate Professor of Practice di Leadership, Organization an Human Resources di SDA Bocconi School of Management. Tra gli obiettivi del corso: inquadrare il tema della leadership al femminile all’interno dell’attuale contesto di emergenza sanitaria ed economica; favorire l’empowerment e la carriera delle giovani donne; incrementare la consapevolezza rispetto alle regole di ingaggio e di sviluppo nell’attuale mercato del lavoro dove proattività e imprenditorialità assumono un’importanza strategica per l’efficacia del proprio progetto di leadership.

La dichiarazione

E’ prevista inoltre la testimonianza, come role models, di molte donne in posizioni apicali. Mariolina Coppola, presidente Soroptimist ha dichiarato che «la pandemia ha evidenziato tutte le fragilità e ha anche amplificato le disparità di genere esistenti. Le donne, in particolare, si sono ritrovate esposte su molteplici fronti, così come documentato dal report delle Nazioni Unite "The Impact of Covid-19 on Women". Un ulteriore segnale di vulnerabilità, leggendo quanto è accaduto nel nostro Paese, è stato lo scarso grado di coinvolgimento delle donne nelle decisioni per la gestione della crisi e per la ripresa, nonostante l’elevato numero di movimenti e associazioni che si sono schierate a favore di una equa rappresentatività di genere», queste le parole di Coppola.

Covid-19, Oxfam: il virus aumenta disuguaglianza

Che poi ha proseguito: «Ma non basta chiedere la rappresentatività in base al numero e alle quote, indispensabili in questo momento. Bisogna conquistare gli spazi con una strategia: puntare sul merito e le competenze soprattutto studiando e affrontando i percorsi con leadership. Per costruire squadre al 50% ci vogliano i numeri e le donne non sono quasi mai cooptate con l’alibi di non avere la professionalità giusta. Il Soroptimist seleziona e sostiene ragazze straordinarie cercando, attraverso questi corsi, di spingerle a volare puntando sulla propria forza e competenza», ha concluso il presidente di Soroptimist.

Ultimo aggiornamento: 18:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA