Corte Costituzionale, per la prima volta in 65 anni una sentenza firmata da tre donne

Corte Costituzionale, per la prima volta in 65 anni una sentenza firmata da tre donne
2 Minuti di Lettura
Giovedì 16 Luglio 2020, 16:51 - Ultimo aggiornamento: 17 Luglio, 12:58

La prima sentenza della Corte Costituzionale tutta al femminile. Mai successo in 65 anni. Oggi tre donne - la presidente Marta Cartabia, la giudice relatrice ed estensore della decisione Silvana Sciarra, la cancelliera Filomena Perrone - hanno firmato la sentenza numero 150 di quest’anno.

La decisione riguarda il Job Act , in particolare ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'articolo 4 laddove la legge fissava l'ammontare dell'indennità in un importo pari a una mensilità dell'ultima retribuzione di riferimento per il calcolo del trattamento di fine rapporto.

A dicembre dello scorso anno, per la prima volta, una donna, Marta Cartabia, è diventata presidente della Consulta. E al momento su 15 giudici costituzionali oggi ci sono solo tre donne, con Cartabia e Sciarra anche Daria de Pretis.

 

 

Fernanda Contri: «Fui la prima donna alla Consulta: mi accolsero con le rose ma erano sospettosi»

Il Csm per la prima volta nomina una donna a capo di una Procura di grandi dimensioni

Svolta alla Consulta: Marta Cartabia eletta presidente

© RIPRODUZIONE RISERVATA