Corte Costituzionale, per la prima volta in 65 anni una sentenza firmata da tre donne

Giovedì 16 Luglio 2020
Corte Costituzionale, per la prima volta in 65 anni una sentenza firmata da tre donne

La prima sentenza della Corte Costituzionale tutta al femminile. Mai successo in 65 anni. Oggi tre donne - la presidente Marta Cartabia, la giudice relatrice ed estensore della decisione Silvana Sciarra, la cancelliera Filomena Perrone - hanno firmato la sentenza numero 150 di quest’anno.

La decisione riguarda il Job Act , in particolare ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'articolo 4 laddove la legge fissava l'ammontare dell'indennità in un importo pari a una mensilità dell'ultima retribuzione di riferimento per il calcolo del trattamento di fine rapporto.

A dicembre dello scorso anno, per la prima volta, una donna, Marta Cartabia, è diventata presidente della Consulta. E al momento su 15 giudici costituzionali oggi ci sono solo tre donne, con Cartabia e Sciarra anche Daria de Pretis.

 

 

Fernanda Contri: «Fui la prima donna alla Consulta: mi accolsero con le rose ma erano sospettosi»

Il Csm per la prima volta nomina una donna a capo di una Procura di grandi dimensioni

Svolta alla Consulta: Marta Cartabia eletta presidente

Ultimo aggiornamento: 17 Luglio, 12:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA