BOLLETTINO

Covid-19, in Veneto lockdown soft. Zaia: «Sì jogging da soli, ma vicino casa. Stop al limite minimo di 200 metri»

Lunedì 13 Aprile 2020
1
Covid-19, in Veneto 81 nuovi casi e 10 morti: continua il rallentamento della curva

Coronavirus in Veneto, il bollettino del Covid-19 di oggi 13 aprile 2020. Il totale di positivi, con l'ultimo bollettino della Regione, sale dall'inizio dell'epidemia a 14.251, anche se i soggetti tuttora affetti da Covid sono 10.766. Prosegue con nuovi casi di positività (+81) ma senza scossoni nei numeri di contagiati e decessi l'andamento.  Si registrano altri 10 decessi, per un dato cumulativo (ospedali e case di riposo) di 882 vittime. Sale di giorno in giorno il numero dei negativizzati, che oggi ammontano a 2.603. Le persone tuttora in isolamento sono 17.902. Zaia parla alla luce dei luneri del lockdown soft: «In questi giorni abbiamo lavorato per l'ordinanza. La prima preghiera ai
cittadini: l'emergenza non è finita. L'ordinanza non deve essere vissuta come la fine dell'emergenza. Se i numeri dei ricoverati e delle terapie intensive non scendono o peggio si rialzano bisogna andar giù pesante un'altra volta. Questi saranno i nostri elementi di lettura. Da domani mattina troveremo più auto in autostrada, più persone, rispetto a prima, che usciranno per andare a lavorare Con questa ordinanza pensiamo di ragionare su un lockdown soft che deve mettere in sicurezza chi fa spostamenti».

Coronavirus, morto un membro dello staff della Commissione Ue

Sono 1.620 in più le persone guarite dal Covid-19 in Veneto nell'ultima settimana. Un incremento del 164% in sette giorni, calcolato sul numero dei negativizzati alla mattina del 6 aprile scorso, 983, e quello dell'ultimo bollettino di stamane, 2.603. Nonostante ciò, i casi di positività continuano a crescere, pur se a ritmo molto minore: il 6 aprile scorso i contagiati totali (dall'inizio dell'epidemia) erano 11.588, oggi 14.251 (+22,9%). I pazienti attualmente positivi sono invece 10.766, in aumento dell'8,2% rispetto ai 9.943 del 6 aprile. Pesante il dato delle vittime: erano 662 una settimana fa, sono salite a 882 (+33,2%).

Coronavirus, via lo smog e tornano visibili le nevi dell'Himalaya: non accadeva da 30 anni

Zaia: stop al limite dei 200 metri. Obbligo dell'uso di mascherina, guanti e gel igienizzante per uscire di casa; tolto - «è un atto di fiducia verso i veneti» - il limite dei 200 metri per l'attività motoria, che può essere svolta solo «in prossimità dell'abitazione» e sempre singolarmente. Sono alcune delle misure anti-contagio previste nella nuova ordinanza della Regione Veneto, illustrata oggi dal governatore Zaia. Chi presenta una temperatura sopra i 37,5 gradi non potrà uscire di casa.

Coronavirus, i milanesi rispettano le restrizioni. Parchi deserti a Pasquetta

Picnic nel giardino di casa. I pic-nic e le grigliate all'aperto nelle festività del 25 aprile e 1 maggio saranno consentite in Veneto solo «nel giardino di casa» e per il singolo nucleo familiare; nessun barbeque all'aperto o con gli amici. Lo ha chiarito il governatore Luca Zaia, illustrando le misure della nuova ordinanza regionale anti-contagio. Il provvedimento conferma inoltre le restrizioni precedenti per supermercati ed esercizi non essenziali, che restano quindi chiusi la domenica e nei giorni festivi.
 

Ultimo aggiornamento: 14 Aprile, 08:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA