CORONAVIRUS

Coronavirus, il flashmob sonoro in tutta Italia: «Oggi alle 18 apriamo le finestre e rallegriamo le città»

Venerdì 13 Marzo 2020
1

Apriamo la finestra, andiamo sui balconi e urliamo tutti in coro. Oppure mettiamo della musica, facciamoci sentire, perché l'Italia ce la farà. Da nord a sud, da Roma a Milano, nelle città si stanno organizzando diversi flashmob per rimanere uniti contro l'emergenza coronavirus che ci tiene confinati in casa. L'appello è partito dai social. Una iniziativa che ricorda il "Forza Wuhan!" con gli abitanti della città cinese che, rinchiusi in casa per il virus, si facevano forza urlando dai balconi.

Coronavirus, aperitivi online e skype con nonna: videochiamate chi amate


A Roma l'evento si chiama: "Affacciati alla finestra": un flashmob musicale direttamente dalle nostre finestre. Oggi alle 18 si canterà l'Inno d'Italia, domani "Azzurro" e domenica sempre alla stessa ora "Il cielo è sempre più blu!". «Munitevi di qualsiasi cosa che possa fare "musica" (anche le pentole se volete 😂) ripassate l inno di Mameli e affacciate alla finestra cantandolo... Noi saremo in diretta e pronti con la nostra super attrezzatura per gli eventi.», si legge nella pagina Fb dedicata all'evento.

A Milano, invece, l'invito è di gridare: «Milano tornerà' per 10 volte consecutive«.. «Da qualche giorno a questa parte Milano, come l'Italia intera - si legge nella pagina facebook dell'evento - si trova ad affrontare una situazione di emergenza sociale e sanitaria senza eguali. Le misure contro il Covid19 hanno ristretto i cittadini del capoluogo Lombardo all'interno delle proprie case per contenere la rapida diffusione del virus. Seppur divisi fisicamente, nessun virus dividerà il tenace spirito dei cittadini di Milano. Ora più che mai la nostra città ha bisogno di compattarsi e rinvigorire l'energico spirito dei suoi cittadini in un'unica e forte voce». Di qui l'invito a una sorta di flash mob collettivo da balconi e terrazze, fissato per le 18 di sabato 14 marzo. »Facciamo sentire forte e chiara la nostra voce per tutta Milano e diamoci coraggio a vicenda« è l'invito dei giovani promotori dell'iniziativa, che si può seguire anche su Instagram. Chiusi nelle loro case, i milanesi da qualche giorno hanno anche dato vita alle 'balconiadì della speranza: girando per le strade deserte iniziano a vedersi appesi alle finestre striscioni con disegnato un arcobaleno con la scritta 'andrà tutto benè. L'invito a dar sfogo alla propria creatività per mandare un messaggio positivo era partito da un tam tam whatsapp tra le mamme, molte delle quali hanno creato insieme ai loro bambini delle piccole opere d'arte da appendere all'esterno delle loro case.

Ma è così anche a Bologna, Napoli. La locandina recita così: «Apriamo le finestre, usciamo in balcone e suoniamo insieme anche se lontani. Rallegriamo le città!»

Ultimo aggiornamento: 18:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Dalla candeggina ai contagi: ecco le bufale su cani e gatti

di Marco Pasqua