CORONAVIRUS

Coronavirus, aperitivi online e skype con nonna: videochiamate chi amate

Venerdì 13 Marzo 2020 di Veronica Cursi

Distanza almeno di un metro. Non si può giustamente più uscire di casa. Gli amici, lontani. Nonni e genitori, non ne parliamo. Ci sentiamo tutti un po' più soli e spaventati, ma chi l'ha detto che non possiamo comunque baciarci o abbracciarci lo stesso almeno virtualmente? Ogni sera alle 18.30 Giorgia e le sue amiche 18enni si collegano in videochat per l'aperitivo e, come se stessero sedute al solito bar di Ponte Milvio, ridono di amori perduti e ritrovati e pensano a quando tutto questo sarà finito.

Coronavirus: Emma, nata ieri a Milano: l'abbraccio dei nonni in videochiamata

Benedetta invece da qualche giorno ha un altro bellissimo rito: chiamare nonna Lidia, che a 80 anni si è scaricata Whatsapp, e farle compagnia durante l'ora di cena. E che dire di Angela, sportiva convinta, che ai suoi allenamenti non ha voluto rinunciare e ogni mattina saltella a distanza con l'instancabile personal trainer. Ed è così per Giulia. L'altra mattina, mentre faceva giardinaggio sul suo balcone a Garbatella, si è trovata a chiacchierare con la vicina di casa 60enne sorseggiando un caffé da palazzo a palazzo. Strano, quando potevamo vederci ci isolavamo nei social e invece adesso questa strana sospensione dal mondo ci sta facendo ritrovare l'umanità perduta. Perché nessuno si salva da solo. Oggi più che mai.

veronica.cursi@ilmessaggero.it

Ultimo aggiornamento: 13:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA