CORONAVIRUS

Coronavirus, i nuovi i braccianti agricoli: studenti fuori sede e Partite Iva senza lavoro

Giovedì 30 Aprile 2020 di Marco Pasqua
2
Coronavirus, i nuovi i braccianti agricoli: studenti fuori sede e Partite Iva senza lavoro

Come è cambiata la manodopera nei campi, ai tempi del Coronavirus? Ci siamo collegati con Arianna Cesari, della Cia-Agricoltori Italiani, che gestisce a Raldon, in provincia di Verona, un'azienda agricola, dove si pratica la coltivazione biologica certificata delle fragole. Qui ne vengono raccolte dai 4 ai 5 quintali ogni giorno e adesso il problema principale è legato agli sbocchi di questo prodotto: niente ristoranti, niente bar, mense, alberghi, è sempre più difficile portarle sul mercato.
 


Ma la prima emergenza è stata quella relativa ai lavoratori dell'Est Europa: la Cia ha stimato che quest’anno ne mancheranno in Italia, circa 250.000 stagionali, specializzati nella raccolta da qui fino alla vendemmia a settembre-ottobre. Per questo motivo, gli agricoltori hanno chiesto contratti flessibili per far lavorare chi percepisce il reddito di cittadinanza e la cassa integrazione. Questa fattoria contraddice il detto che “certi lavori gli italiani non li vogliono fare”: «Nella nostra "Fattoria Margherita" sono venuti molti studenti, anche fuori sede, che, per mantenersi e pagare l'affitto, in attesa della ripresa delle lezioni, si sono reinventati braccianti agricoli». Non solo: nei campi lavorano anche molti disoccupati: professionisti o partite Iva che hanno interrotto la loro attività. «Persone che di fronte a questa crisi si sono rimboccate le maniche e hanno iniziato a raccogliere le nostre fragole», spiega la Cesari.

Le superfici italiane dedicate alla coltivazione delle fragole si attestano mediamente per il periodo 2017-2019 a quasi 3.800 ettari, mentre le produzioni si posizionano negli ultimi anni su poco più di 130.000 tonnellate. Siamo secondi in Europa dopo la Spagna e le principali regioni produttrici sono la Campania e Basilicata, Veneto, Sicilia e l’Emilia-Romagna.

Ultimo aggiornamento: 21:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani