Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Lido di Camaiore, due amici muoiono in spiaggia a pochi minuti di distanza uno dall'altro

Uno dei due era in mare più lontano dalla riva, l'altro più vicino alla battigia

Lido di Camaiore, due amici muoiono in spiaggia a pochi minuti di distanza uno dall'altro
2 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Agosto 2022, 18:18

Due amici morti a pochi minuti di distanza uno dall'altro. Erano arrivati da Modena con un altro amico i due bagnanti trovati morti in mare a Lido di Camaiore (Lucca) ieri pomeriggio nelle acque antistanti i bagni Paradiso e Abetone. I due sono stati identificati stamani presso l'obitorio dell'ospedale Versilia. Si tratterebbe di due residenti nel Modenese, di 62 e 63 anni.

Camaiore, due amici morti in pochi minuti: le cause

Erano arrivati a Lido di Camaiore domenica scorsa dai paesi di Baggiovara e Formigine ed erano ospiti dell'hotel Capri assieme ad un altro amico che giovedì sera, non vedendoli rientrare, ha fatto scattare l'allarme alle forze dell'ordine. Da questa segnalazione si è risaliti alla loro identità dato che i due cadaveri sul momento sono rimasti sconosciuti. Secondo alcune ipotesi, potrebbe essere stata una congestione la causa della morte. Sono deceduti in acqua entrambi quasi nello stesso orario e a breve distanza l'uno dall'altro.

I corpi senza vita

Uno dei due era in mare più lontano dalla riva, l'altro più vicino alla battigia. Quando i bagnini hanno avvistato i corpi sono intervenuti coi soccorsi, ma purtroppo non c'era nulla da fare. Il personale della capitaneria di porto di Viareggio sta sentendo diverse persone per cercare di ricostruire la vicenda. I familiari hanno chiesto riserbo su quanto avvenuto. Le salme sono a disposizione dell'autorità giudiziaria per gli accertamenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA