Cagliari, bimbo raccoglie una siringa nel cortile della scuola e punge un compagno

Cagliari, bimbo raccoglie una siringa nel cortile della scuola e punge un compagno
3 Minuti di Lettura
Venerdì 26 Marzo 2021, 20:26 - Ultimo aggiornamento: 20:33

Un bambino ha punto con una siringa un altro bambino. È successo a Pirri, in provincia di Cagliari. Il bimbo ha raccolto la siringa nel cortile della scuola e ha punto un suo compagno. È accaduto ieri nella scuola dell'infanzia di via Corona a Pirri, rimasta chiusa due settimana a causa del coronavirus. Il bambino punto è stato visitato in ospedale e ora dovrà effettuare ulteriori accertamenti clinici.

L'episodio è avvenuto subito dopo pranzo. I bimbi sono stati accompagnati fuori in cortile, controllati dalle maestre. Il perimetro era stato ispezionato già in mattinata, come accade tutti i giorni, visto che costantemente dall'esterno vengono gettati rifiuti, bottiglie e molto spesso anche siringhe. Ma ieri non era stata notata. È bastato un attimo, l'alunno l'ha raccolta e ha punto il compagno di scuola.

Rapinava donne sole minacciandole con una siringa usata: arrestato 26enne

Subito è scattato l'allarme, sono stati informati i genitori e il bimbo punto è stato portato in ospedale. Nel frattempo, è stata ricostruita tutta la vicenda. La direzione scolastica ha già ricevuto la relazione da parte della maestra. «Ho segnalato quanto accaduto ai carabinieri - ha detto all'ANSA il dirigente Valentino Pasquale Pusceddu - è un fatto grave che necessita un intervento da parte di tutti. La scuola fa tanto, ma arriva fino a un certo punto».

Pusceddu, infatti, ha interessato già il Comune e le istituzioni, segnalando quanto accade vicino al suo istituto. Una volta a settimana si tiene il mercato e le bancarelle vengono piazzate proprio davanti all'ingresso. Quando finisce la giornata, la strada, e spesso anche il cortile, sono pieni di sporcizia e rifiuti che rimangono lì. La sera lo stabile non è sufficientemente controllato: all'interno del cortile e nel perimetro esterno si trovano siringhe, bottiglie rotte e altri detriti. Per questo il dirigente scolastico aveva chiesto più controlli e un ingresso alternativo per la scuola per garantire la sicurezza dei bambini.

Siringhe in spiaggia, donna e bagnino medicati in pronto soccorso a Latina

Roma, prima gli sputi per spaventarle, poi la rapina: il nuovo trucco per derubare le donne al bancomat

© RIPRODUZIONE RISERVATA