Avellino, inseguimento e sparatoria: morto uno dei malviventi, tre arresti

Avellino, inseguimento e sparatoria: morto uno dei malviventi, tre arresti\
di Katiuscia Guarino
4 Minuti di Lettura
Giovedì 13 Ottobre 2022, 23:01 - Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre, 10:37

AVELLINO - La tempesta di pioggia non ha coperto il rumore, forte, dei colpi di arma da fuoco: Cesinali, comune alle porte di Avellino, trasformato ieri sera in un far west. C’è stato un inseguimento con sparatoria tra malviventi e polizia. Uno dei banditi è rimasto ucciso, tre sono stati arrestati (uno, tra l’altro, ferito, è al momento ricoverato all’ospedale Moscati, piantonato dagli uomini in divisa) dagli agenti nei pressi del cimitero dopo alcuni chilometri. 

LA DINAMICA
Stando a una prima ricostruzione – le indagini sono proseguite serrate per tutta la notte – i poliziotti avrebbero intercettato le auto dei malviventi nella zona della Valle del Sabato, tra Serino e Cesinali. Qui, la gang (pugliesi di Cerignola) che viaggiava a bordo di due vetture, una Jeep e una Panda – ma non si esclude che possano esserci stati altri complici – si è accorta degli agenti, forse già sulle loro tracce. Hanno quindi deciso di premere l’acceleratore e di non fermarsi all’alt. Ne è nato un inseguimento a tutta velocità sotto la pioggia battente e in mezzo alle case. All’altezza del passaggio a livello della frazione Villa San Nicola, uno dei malviventi è stato raggiunto da un proiettile che gli è stato fatale. A questo punto, gli altri che erano in auto con lui hanno abbandonato il veicolo lasciandolo sui binari. Sono quindi saliti sulla Jeep Compass dei complici per scappare. Durante la fuga hanno disseminato la strada di chiodi a tre punte – proprio come nei film polizieschi anni Settanta – per cercare di bloccare la polizia. Gli agenti sono stati abili a evitare le punte. Chiodi dappertutto in paese: lungo la Provinciale, il viale principale, davanti a bar e pizzerie. Poi, finalmente, grazie a una coraggiosa e provvidenziale manovra i poliziotti hanno fermato i malviventi a bordo del suv nei pressi del cimitero. Uno slargo ampio, scelto proprio per tutelare l’incolumità delle persone.

Gli agenti sono riusciti ad ammanettare i tre che erano seduti nell’abitacolo, mentre altri colleghi, nel frattempo fatti convergere in zona, erano già a presidio dell’auto con il cadavere all’interno. Altri ancora si sono messi all’opera per individuare eventuali ulteriori complici. A quanto si è appreso, la banda era già sotto controllo da parte degli agenti delle Questure di Foggia e Chieti poiché stava per compiere una rapina nei confronti di un obiettivo al momento sconosciuto: si pensa a un raid importante, in considerazione dell’organizzazione della banda e della spregiudicatezza dei componenti. La prima ipotesi è quella di un assalto a un portavalori. Si segue la pista relativa a un’azione per intercettare un blindato lungo il raccordo Avellino-Salerno. Probabilmente già nella serata di ieri o nella giornata odierna. Forse il gruppo stava preparando il tutto. La frazione Villa San Nicola di Cesinali è attraversata per intero dal raccordo Avellino-Salerno. Molte le zone di campagna a ridosso del nastro d’asfalto. E tante le vie di fuga. Peraltro, qualche anno fa, un altro portavalori venne assaltato proprio in un tratto del raccordo non lontano da questa zona. In quella occasione camion e pale meccaniche bloccarono i flussi di traffico. Anche in quel caso nacque un conflitto a fuoco, ma senza feriti. La polizia scientifica, fino a notte, ha eseguito tutti i rilievi necessari, repertando diverso materiale. Sul posto si è recato direttamente il questore di Avellino, Maurizio Terrazzi, per seguire da vicino le indagini. A supporto della polizia (Squadra Mobile e Sezione Volanti) anche carabinieri e vigili del fuoco. Il sindaco di Cesinali, Dario Fiore, è stato costretto a chiudere alcune strade dove i malviventi hanno abbandonato i chiodi a tre punte. Tante le vetture i cui pneumatici sono stati forati, non accorgendosi gli automobilisti della presenza di quelle punte di ferro. Nel corso della notte l’amministrazione ha fatto effettuare una bonifica delle strade. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA