Piacenza, africano rompe il naso a un poliziotto: aveva soggiorno per motivi umanitari

Mercoledì 24 Aprile 2019
7
Piacenza, africano 22enne rompe il naso a un poliziotto che gli chiede i documenti

PIACENZA - «Il Prefetto di Piacenza - si legge in una nota - nel ringraziare gli agenti della Questura che assicurano sempre la massima professionalità nel loro servizio a favore della comunità piacentina e a garanzia della pacifica convivenza tra tutti i cittadini, riceverà l'assistente capo in prefettura non appena le sue condizioni fisiche lo permetteranno». Atto di cronaca brutale a Piacenza. Un poliziotto delle volanti, assistente capo della questura, è rimasto ferito nella notte durante un controllo davanti alla stazione ferroviaria. Un 22enne originario del Mali si è avventato contro di lui, dopo che gli aveva chiesto i documenti per la normale identificazione. Lo ha spinto a terra, gli ha sferrato un calcio al volto che gli ha provocato la frattura del setto nasale. Lo straniero è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni gravi. Aveva un precedente per rapina e stava in un centro di accoglienza. Risulta avere un permesso di soggiorno per motivi umanitari e un divieto di dimora a Piacenza. L'agente, ricoverato, ha ricevuto una prognosi di oltre un mese.

Primo agente trans nella polizia militare: è entrata come donna, ora è un uomo

Ultimo aggiornamento: 16:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma