Aereo ultraleggero precipita in un campo: morto carbonizzato Gianluigi Zanetti, direttore Crs4, ferito gravemente il fratello

Sabato 7 Settembre 2019 di Marco Corazza
foto di repertorio

Un aereo ultraleggero è precipitato su un campo di mais poco prima delle 15 a Bevazzana di San Michele al Tagliamento, in provincia di Venezia. Uno dei due passeggeri, entrambi uomini, è morto carabonizzato, l'altro è ferito grave elitrasportato all'ospedale Dell'Angelo di Mestre. Sono entrambi di Porcia. Tra i campi non senza difficoltà, dato il terreno impervio, stanno arrivando i vigili del fuoco con i carabinieri e i sanitari del 118. Ambulanza ed elisoccorso allertati.

Aereo ambulanza precipita sopra un resort: nove morti alle Filippine. Video

Aereo da turismo cade al passo del Sempione: anche bimbo di pochi mesi fra i tre morti
 


E' stato un turista tedesco, testimone dello schianto, a dare l'allarme: «Ho visto fiamme e fumo alzarsi in cielo».  Erano da poco decollati dall'aviosuperficie.

È Gianluigi Zanetti, 60 anni, direttore del programma Advanced Computing and Communications e dei gruppi Distributed Computing e Biomedical Computing presso il centro ricerca, sviluppo e studi superiori in Sardegna, la vittima dell'incidente aereo avvenuto nel pomeriggio in un campo di mais a Bibione (Venezia).

Zanetti era nato a Venezia, si era laureato in Fisica presso l'Università di Bologna nel 1984 e aveva conseguito il dottorato di ricerca in Fisica presso l'Università di Chicago nel 1988. È invece rimasto ferito il fratello, Massimo, 56 anni, residente a Porcia (Pordenone).

 


Ultimo aggiornamento: 20:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA