Vasto, trova in casa due ladri incappucciati

Lunedì 20 Gennaio 2020
Vasto, trova in casa due ladri incappucciati

 Stava giocando alla Playstation quando ha sentito rumori in camera da letto e si è ritrovato faccia a faccia con due ladri incappucciati. E’ successo a un giovane vastese, Michele Orlando, che abita alla marina in via Ponente, una delle traverse della Statale 16. L’episodio è accaduto alle 19 di sabato e probabilmente i malintenzionati pensavano di non trovare nessuno a casa. Hanno scavalcato il balcone al primo piano e poi forzato la finestra. «Ho sentito rumori che pensavo causati dal vento e il cane ha abbaiato. Quando ho aperto la porta della camera - racconta Orlando - mi sono ritrovato davanti due ladri incappucciati con in mano le torce e un oggetto appuntito usato per forzare la finestra. Mi sono messo a urlare e sono scappati. Un testimone in strada ha visto una Lancia Delta scura con a bordo una terza persona fuggire verso sud».

Sul posto sono intervenuti i carabinieri; ieri l’uomo sarebbe andato a denunciare il fatto. I ladri non hanno fatto in tempo a portare via nulla dall’abitazione, quindi si sono dati alla fuga a mani vuote. Dopo l’episodio, Orlando sottolinea la necessità di maggiore illuminazione in quella strada e, magari, della videosorveglianza che avrebbe potuto fornire utili elementi per indentificare i banditi. Il maggiore Amedeo Consales, a capo dei carabinieri di  Vasto, si raccomanda di evitare colluttazioni: «Va evitato assolutamente lo scontro e, nonostante lo spavento di quei momenti, sarebbe bene memorizzare più particolari possibili come tratti somatici in vista, tatuaggi. Ogni elemento è utile per risalire ai responsabili». Quanto ai furti, quelli in abitazione sono in leggero calo rispetto all’anno scorso. Più significativa la riduzione di furti in auto e rapine. 

Ultimo aggiornamento: 20:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA