Il presentismo di Raggi/ Roma, cancellare i nomi alle strade tradisce la Storia

di Marco Gervasoni
Cambiare i nomi delle vie per intestarle ad altri personaggi storici è un’operazione a cui le giunte comunali dovrebbero ricorrere sempre il meno possibile. E non solo per i problemi organizzativi che il mutamento della toponomastica comporta. Invece pare che la giunta Raggi voglia cancellare dallo stradario della capitale i nomi di Arturo Donaggio, Nicola Pende ed Edoardo Zavattari. Si tratta di tre dei promotori del “Manifesto degli scienziati razzisti”, voluto ottant’anni fa da Benito Mussolini a suggello...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 23 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 00:43

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 6 commenti presenti
2018-01-23 17:00:50
Occorrerebbe cambiare nome anche a Viale Palmiro Togliatti...
6
  • 7
QUICKMAP