Lotta allo Smog, da lunedì targhe alterne e e centro vietato ai diesel Euro 3

Sabato 9 Novembre 2019 di Pierfederico Pernarella
Targhe alterne, si parte lunedì. E dallo stesso giorno, fino al 31 marzo, per tutto il giorno stop all'ingresso nella Ztl anche per i diesel Euro 3, ma da questo divieto saranno esentati coloro che possono dimostrare di non essere proprietari o di non avere familiari conviventi proprietari di autoveicoli che rientrano in quella classificazione (diesel euro 3).
Le nuove misure per il traffico, nell'ambito del piano di risanamento della qualità dell'aria, sono state deliberate ieri sera dalla giunta. Rispetto agli anni passati, l'unica novità è rappresentata appunto dalle prescrizioni per i diesel Euro 3, così come era stato previsto dall'accordo di programma firmato a gennaio di quest'anno tra il Ministero dell'Ambiente e la Regione Lazio.
L'area interessata dai provvedimenti è sempre la stessa, con la novità che da quest'anno i varchi nella Ztl sono indicati dalla presenza di pannelli luminosi dotati di telecamere che per ora avranno una funzione informativa, ma in futuro saranno anche in grado di sanzionare i trasgressori.

RESTRIZIONI ALLA VIABILITÀ
Entrando nel merito dei provvedimenti, da lunedì come detto partiranno le targhe alterne nelle fasce orarie 8.30-13 e 14:30-22, per i veicoli a benzina con omologazione superiore agli benzina euro 2 e ai diesel Euro 3: i lunedì per le targhe dispari e i venerdì per quelle pari. In deroga potranno circolare i veicoli elettrici, ibridi, a metano, gpl e diesel dotati di filtro antiparticolato con omologazione di categoria superiore ad euro 3 (FAP), oltre quelli adibiti a pubblici servizi, a servizio di persone invalide quelli comunque autorizzati per esigenze speciali).
Sempre da lunedì prossimo, fino al 31 marzo, per tutta la giornata, l'ingresso alla Ztl sarà interdetto veicoli a benzina Euro 2 e quelli a diesel Euro 3. Solo per i residenti sarà possibile l'esenzione dal divieto per coloro che possono dimostrare di non essere proprietari e di non avere familiari conviventi che siano in possesso di veicoli con omologazione superiore a benzina Euro 2 e diesel Euro 3.
Sempre per quanto riguarda il traffico, nelle fasce orarie 7:30-14 e 16:30-18, è vietato l'ingresso nella Ztl a veicoli con una massa superiore alle 3,5 tonnellate.

LE ALTRE MISURE
Per quanto concerne i riscaldamenti le disposizioni sono le seguenti: nelle case, nei negozi, negli uffici, negli impianti sportivi e nelle scuole la temperatura non dovrà superare i 20 gradi, negli edifici ad uso industriale, artigianale ed assimilabili il limite massimo è di 18 gradi. Vietato inoltre l' uso legna da ardere o biomasse per alimentare impianti di riscaldamento con potenza superiore a 35 kilowatt, qualora esista la possibilità di utilizzare combustibili gassosi o GPL. Vietato pure utilizzo di camini aperti e chiusi, stufe a legna, pellet e a biomassa in generale su tutto il territorio comunale anche in tutte le abitazioni ed alle attività produttive provviste di rete del gas metano e di bomboloni GPL.
E nella giornata di giovedì 7, i concomitanza con le prime accessioni dei riscaldamenti, pure restando nei limiti di legge, sono cominciati a salire i valori di polveri sottili (Pm10): a Ceccano sono stati registrati 30 microgrammi per metro cubo, a Ferentino a 20 e a Frosinone Scalo 35. Il valore massimo consentito è 50.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma