Piloni, arcate ripulite a Frosinone. Il sindaco: «Il cantiere aprirà dopo Natale»

Piloni, arcate ripulite a Frosinone. Il sindaco: «Il cantiere aprirà dopo Natale»
di Gianpaolo Russo
3 Minuti di Lettura
Giovedì 8 Dicembre 2022, 09:23 - Ultimo aggiornamento: 15:45


«Il cantiere dei Piloni partirà subito dopo le feste». Dopo anni d'attesa, c'è finalmente una data per i lavori di restauro delle arcate simbolo del capoluogo che nel frattempo sono state ripulite da erbacce e rifiuti. Un primo passo verso una riqualificazione complessiva che l'amministrazione Mastrangeli intende portare a compimento dopo che, da almeno 20 anni, ci hanno provato, senza successo, le precedenti amministrazioni.
Si era iniziato con Marzi, con l'ideazione del project financing che nemmeno l'amministrazione Marini riuscì ad avviare. La stessa amministrazione Ottaviani in 10 anni non è riuscita ad aprire il cantiere anche se ha avuto il merito di sbrogliare la matassa del project, ottenere i fondi, realizzare i progetti e di fatto predisporre tutti gli adempimenti burocratici che oggi consentono all'attuale governo cittadino di avviare l'opera di riqualificazione.

Ieri il comune ha provveduto con una ditta specializzata a ripulire l'area delle arcate e a predisponendo il tutto per l'intervento che seguirà. Dopo le feste natalizie i lavori entreranno nel vivo e per la loro ultimazione occorrerà almeno un anno. Ciò comporterà la riduzione di alcuni posti auto lungo via Alcide De Gasperi. «Il progetto di restyling dei Piloni costituisce l'ultimo e fondamentale tassello di riqualificazione del centro storico dopo l'acquisto del teatro Nestor, la realizzazione della nuova sede dell'Accademia di Belle Arti, la ricostruzione del teatro Vittoria e l'apertura della nuova sede comunale a Palazzo Munari ha dichiarato il sindaco, Riccardo Mastrangeli - La riqualificazione delle storiche arcate del complesso possiede un valore, dal punto di vista identitario, per l'intera città, che potrà finalmente fruire pienamente di uno dei simboli stessi del capoluogo».

«L'intervento, dal punto di vista tecnico - spiega l'assessore ai Lavori Pubblici, Angelo Retrosi prevede la messa in sicurezza idrogeologica dell'area dei Piloni e di largo Turriziani, con un investimento di circa due milioni di euro, totalmente finanziato dai fondi ministeriali. Saranno realizzati anche percorsi pedonali orizzontali e verticali. Il percorso esterno, direttamente connesso con lo spazio urbano, in adiacenza con la strada, verrà completamente ridisegnato. Sarà costruito un nuovo percorso pedonale, collegato con l'area porticata interna al manufatto, che permetterà di realizzare un'unica passeggiata, attraverso le caratteristiche arcate.

LA NUOVA PIAZZA
Contestualmente ai Piloni dovrebbero iniziare anche i lavori per la riqualificazione di Largo Turriziani dove è prevista la realizzazione di una nuova pavimentazione in marmo, la creazione di un mini anfiteatro e la pedonalizzazione completa dell'area. Una volta ultimati i lavori, ci saranno importanti cambiamenti sul fronte della viabilità con il doppio senso di marcia su via De Gasperi, la chiusura al traffico di Largo Turriziani e la perdita di decine di posti auto. Preoccupati i titolarti delle attività commerciali situate lungo il primo tratto di Corso della Repubblica che temono un calo di clienti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA