Morto nello schianto, palloncini bianchi e Vasco Rossi per l'addio a Nicolas Vona

Morto nello schianto, palloncini bianchi e Vasco Rossi per l'addio a Nicolas Vona
di Roberto Pugliesi
2 Minuti di Lettura
Martedì 21 Settembre 2021, 09:35

Chiesa piena, piazza stracolma. Almeno mille persone hanno preso ieri pomeriggio al funerale di Nicolas Vona, il 29enne di Arpino morto nella notte tra sabato e domenica a causa di un incidente stradale. Il rito funebre è stato concelebrato da don Antonio Di Lorenzo, Padre Juan e Padre Daniel che hanno cercato le parole per confortare i familiari di Nicolas Lorenzo, distrutti dal dolore per una perdita che ancora lascia senza fiato.

Sul balcone di Palazzo Boncompagni è stato disteso uno striscione, un altro è stato posizionato sul Belvedere. In piazza palloncini bianchi, un brano di Vasco Rossi. Quando il feretro è uscito dalla chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo uno scrosciante applauso e poi un altro l'ha salutato rompendo il triste silenzio che l'aveva avvolta. Poi il corteo funebre verso Piazzale Rotondi, la bara portata a spalla.

Tanti, tantissimi giovani, molti in lacrime, hanno raggiunto il centro storico della città di Cicerone per dare l'ultimo saluto all'amico, al compagno di squadra, al concorrente, al tecnico di Amici e Uomini e Donne. Un ballerino del popolare programma Mediaset ha omaggiato il feretro con una maglietta.

Sempre in chiesa e poi in piazza erano schierati gli stendardi di quartieri e contrade del Gonfalone che tempo fa ha visto Nicolas fra i protagonisti. Un ragazzo d'oro, il classico bravo ragazzo che si dava sempre da fare. Attivissimo, sportivo, impegnato comunque, amico leale e rispettoso. Educatissimo, sempre disponibile. L'altra notte, mentre percorreva la provinciale verso San Sosio con la sua Mini Cooper ha perso la vita. Che amava tanto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA