Certosa di Trisulti, il Consiglio di Stato ribalta la sentenza e sfratta i sovranisti

Lunedì 15 Marzo 2021 di Andrea Tagliaferri
l'abbaziadi Trisulti a Collepardo (FR)

I sovranisti dovranno lasciare la Certosa di Trisulti, a Collepardo, nel frusinate. Sentenza clamorosa quella uscita poche ore fa dalla sesta sezione del Consiglio di Stato a Roma. I giudici della  hanno sconfessato le sentenze precedenti del Tar accogliendo il ricorso del Mibact presentato dall'Avvocatura dello Stato e respingendo l'opposizione del Dignitatis Humanae Insistute, attuale concessionario del monastero. Ma non è tutto.

Il Consiglio di Stato ha accolto anche il ricoso "aggiuntivo" (incidentale ndr) fatto dalle associazioni del territorio tramite i legali dello studio frusinate Spirito-Ianni che ha supportato la rete sociale fin dalle prime raccolte di firme contro l'assegnazione del bene cistercense al DHI. 39 pagine di motivazioni quelle dei giudici del massimo organo di giustizia amministrativa che ripercorrono ben 3 anni e mezzo di vicende, dai vizi contenuti nel bando ministeriale del 2016/2017, ai requisiti tanto contestati dell'associazione sovranista finanziata da Steve Bannon, scendendo anche nel merito dell' opportunità di utilizzare un bene come la Certosa per scopi politici o di altra natura.

Prime reazioni di soddisfazione da parte delle tante associazioni del territorio, ora si apre una fase nuova, forse la sfida più grande, quella del futuro di un bene inestimabile ma che è stato lasciato a se stesso per troppo tempo e necessita di importanti interventi di manutenzione, oltre che di un rilancio come attrattiva culturale e turistica.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA