Simba, il leone ucraino salvato dalla guerra: «L'abbiamo portato in un furgone e attraversato il confine»

Simba, il leone ucraino salvato dalla guerra: «L'abbiamo portato in un furgone e attraversato il confine»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 6 Maggio 2022, 16:30 - Ultimo aggiornamento: 10 Maggio, 09:17

La guerra in Ucraina non risparmia gli animali. Due leoni trasferiti dal territorio del conflitto in Romania stanno per fare un viaggio di 5.000 miglia verso il Sudafrica. Si chiamano Simba e Mir, e sono attualmente detenuti in uno zoo municipale. Presto, però, saranno trasferiti in una grande riserva nel Capo orientale dove potranno vagare e godere di relativa libertà.

Choc allo zoo in Danimarca: la leonessa Zola sezionata di fronte a visitatori e bambini

Leone ucraino Simba, come sta

Il leone Simba è stato salvato da un grave pericolo nell'est dell'Ucraina da due volontari umanitari britannici, Tim Locks e Jonathan Weaving, che lo hanno portato oltre il confine nel retro di un furgone. La coppia è ora destinata ad essere trasferita alla Simbonga Game Reserve and Sanctuary gestita dal gruppo no-profit Warriors of Wildlife, che è in procinto di garantire i documenti e i fondi per il viaggio.

Bucha, Instagram inchioda uno dei responsabili della strage: ha scritto il suo nickname con lo spray su una casa

Il viaggio verso il Sudafrica

Il volo da Bucarest costerà fino a 18.000 dollari (15.500 sterline) una volta presi in considerazione i permessi, il transito e altri costi. C'è poi la questione dello stress per gli animali, che vengono sedati solo per il processo di carico prima di ricevere un farmaco invertitore e volare in condizioni di oscuramento e riscaldamento. In Sudafrica avranno 2.500 metri quadrati di spazio, un quarto di ettaro, in modo che possano abituarsi al nuovo ambiente. Ma soprattutto troveranno la pace.

Ucraina, a 15 anni ferita guida 30 km attraverso le mine per salvare due persone. «Dovevo sbrigarmi»

© RIPRODUZIONE RISERVATA