Prati di Tivo, tranciati i cavi di sicurezza della cabinovia

Prati di Tivo, tranciati i cavi di sicurezza della cabinovia
1 Minuto di Lettura
Giovedì 19 Settembre 2019, 09:20

C’è stato un secondo, gravissimo, atto di sabotaggio ai Prati di Tivo (Teramo) dopo quello dello scorso febbraio. Stavolta ad essere stato tagliato è un cavo elettrico a terra sempre dell’impianto di sicurezza che si trova in un pozzetto nella pertinenza della stazione intermedia della cabinovia. E’ successo il 5 agosto, a due giorni dall’inizio dell’importante evento estivo “La cena sospesa” che questa estate ha davvero animato la stazione turistica.

L’episodio è stato subito denunciato ed è andato ad integrare il fascicolo già aperto in Procura, al momento ancora contro ignoti, in cui si ipotizza un danneggiamento aggravato anche per i fatti che riguardano i cavi elettrici in aria del sistema di sicurezza della cabinovia tagliati in otto punti in prossimità della stazione di monte con una pinza o una tenaglia come è stato già confermato dai Ris nella consulenza disposta dalla stessa Procura. Un altro episodio avvenuto, il primo, all'indomani della riapertura degli impianti di risalita e scoperti, però, in un giorno in cui era tutto chiuso a causa del forte vento. Coincidenze che non lasciano dubbi sul fatto che si tratti di sabotaggio da parte di chi, però, al momento non è ancora chiaro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA